Recensione “Un nuovo inizio” di Monique Scisci

 

 

 

 

Sono trascorsi sei mesi da quando Mads se n’è andato e nella vita di Josephine sono cambiate molte cose. Il suo rapporto con Ben si è di nuovo raffreddato, la sua amica Celine frequenta un biologo e ha molto meno tempo per lei. Sempre più sola, Josephine si rifugia allora tra le pareti della Maison, l’unico luogo in cui sente ancora viva la presenza di Mads e dove si lascia sedurre dal mondo della dominazione, insieme a un giovane musicista. Tuttavia, in seguito all’aggressione subita, inizia a soffrire di attacchi di panico e l’angoscia la spinge ad affidarsi a un terapeuta. Un uomo dal fascino rude, lo sguardo intenso e molti tatuaggi. Dopo un inizio di terapia estremamente conflittuale, Josephine comincia a lasciarsi andare. E in seguito alla scoperta di un oscuro segreto di famiglia, il loro rapporto diventa sempre più profondo…

Ritroviamo Jos e il suo dolore per la fine della storia con Mads, ritroviamo Jos che cerca di andare avanti pur rimanendo ancorata al suo trascorso. Ritroviamo Jos che scopre la verità sulla sua famiglia, jos che si apre a sentimenti per la sua famiglia, sempre dispotica, sempre elegante, prima donna.

Il titolo presupponeva un nuovo inizio appunto per Josephine, e se dapprima nello scorrere delle pagine si vede questa volontà di ricominciare alla fine rimani un po’ delusa.

Delusione per il semplice fatto che il nuovo inizio è solo una parentesi, lei respira Mads nel mondo sommerso con James, un novellino, si lascia andare a confessioni “inconfessabili” con lo strizzacervelli e poi ricade nuovamente nel passato.

Mi aspettavo qualcosa in più, qualcosa che dia la svolta decisiva, e non un libro di passaggio e preparatorio al terzo.

La scrittura di Monique è sempre perfetta e impeccabile, ma la storia in se non porta niente di nuovo, da una folata di aria fresca per poi chiudere subito dopo la finestra e rimanere tra le stesse pareti.

Il libro si snoda tra serial Killer, ritorni dal passato, verità e segreti, pratiche estreme di BDSM, la tragica perdita di un’amica, e due uomini.

Jos saprà ricominciare realmente o rimarrà nel sommerso?

Attendo il seguito.

RECENSIONE A CURA DI:

EDITING A CURA DI:

 558 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA