Doppia recensione “Tutti i colori del cielo” di Angela Contini

 

 

 

Liam Morgan è un giovane falegname, all’apparenza un uomo tutto d’un pezzo, ma che nasconde delle inaspettate debolezze: ha mille ansie e mille fobie che gli fanno fare, il più delle volte, delle pessime figure. Jane Labelle è arrivata a Pretty Creek con la speranza di rifarsi una vita, dopo essere andata via da Londra con la sorella minore, per nascondersi da un passato di violenza che l’ha segnata profondamente. L’incontro fra Liam e Jane non è dei più romantici. Lei lo travolge, letteralmente, distruggendogli il cellulare nuovo di zecca, prima di scappare via. Ma il destino ci mette lo zampino e, quando si ritrova a condividere con Liam lo stesso piano del palazzo in cui abita, le cose sembrano mettersi piuttosto male. Ma forse sarà l’inizio di qualcosa di nuovo per entrambi, qualcosa che aiuterà Jane a liberarsi dei fantasmi del passato e a non avere paura del futuro. Un futuro nel quale c’è posto solo per Liam.

Uno scontro in aeroporto, un incontro su un pianerottolo di un condominio, una vicina criminale e un uomo non tutto d’un pezzo. Quando si dice che il destino ci mette lo zampino.

Nei primi capitoli l’ironia e la battute facili rendono il libro frizzante, ridevo tra le pagine ai battibecchi dei protagonisti, alle fobie di Liam, alla principessa in soccorso del cavaliere, ai ruoli scambiati. Nei successivi capitoli ci addentriamo in argomenti abbastanza difficili da affrontare, la violenza sulle donne, la violenza domestica subita da Jane e in terza persona da Charlotte, e qui capiamo il carattere forte di Jane.

Liam scopre per caso il passato di Jane e offre la sua amicizia, ma si sa che l’amore è sempre dietro l’angolo, complice anche il fatto che Liam è dall’innamoramento facile.

La tenerezza di Liam ha il potere di sciogliere il ghiaccio dentro il cuore di Jane, un uomo fatto di zucchero filato, come dice Charlotte. Delicato, dolce, che ti spiazza ad ogni suo gesto, che fa sgretolare quel muro eretto con tanto dolore “Si, dannazione, voglio frantumarmi contro quel muro che hai alzato se è necessario, oppure sbriciolarlo a forza di testate… Mi piaci da impazzire e non permetterò al tuo passato di mettermi i bastoni fra le ruote”.

Un uomo non dall’armatura scintillante ma piuttosto fobico, che riesce a combattere e vincere sui fantasmi del passato, non il solito bad boy, non il solito amatore, Liam ti entra dentro con una dolcezza infinita, con tocchi delicati e calibrati, con il tremore per un passo sbagliato, con voglie soffocate, con la capacità di aspettare il giusto tempo.

“La sua mano, non fa male, sembra leggera come musica. E’ fuoco e pioggia. E’ una goccia di balsamo che accarezza la mia pelle”, il muro di Jane inizia a crollare e Liam è lì che attende dietro quelle macerie. Non esiste niente che l’amore non possa guarire.

“Cos’è in fondo un bacio, quando è dato con amore? La sintesi perfetta di due anime che si incontrano.”

Ho pianto per le paure soffocate di Jane, ho sentito la paura farmi tremare ad ogni tocco, ho soffocato le urla di dolore in fondo all’anima, Jane è un personaggio a cui è stato tolto tutto, ma che ha dato tanto, che riesce ad amare nonostante il dolore, che riesce a far battere il suo cuore nonostante il ghiaccio intorno, una forza interiore capace di annientare il mostro.

“Testa tra le nuvole, stacca i piedi da terra e osserva il cielo con tutti i suoi colori… ma tutte le volte ti insegnerà qualcosa… che il buio non esiste sul serio e che ti basterà guardare in alto per trovare la luce che qualche volta ti mancherà.”

Liam è l’opposto dei soliti principi azzurri, con le sue mille fobie, con le sue insicurezze, eppure nelle sue debolezze è riuscito a cancellare la paura più grande della donna amata, così fragile, così imperfetto ma così reale.

“Esiste davvero un’unità di misura temporale tra il niente e il principio dell’amore? Accade e basta e in ogni caso non è una scelta.”

Tutti i colori del cielo è un libro che appassiona, è scritto benissimo e non dà modo di staccare gli occhi dalle pagine.

Liam è un ragazzo affettuoso, dolce, gentile e divertente anche se troppo ansioso. Jane è una ragazza spaventata dagli uomini ma molto coraggiosa, che cerca di ripartire da zero, insieme alla sorella.

Quando i due si scontrano nascono le scintille, ma non per amore, sfortunatamente il nuovo e costosissimo cellulare di lui rovina a terra e si frantuma. Quando i due si rincontrano nello stesso palazzo, volano fiamme e frecciatine.

Grazie alla fantastica sorella di Jane ed alla strampalata famiglia di Liam, la fiducia della protagonista negli uomini crescerà a tal punto da farle aprire il cuore, seppur con molta, moltissima fatica.

Liam è un ragazzo straordinario, il nuovo principe azzurro, tutto fobie e premura, capace di una leggera carezza al fiore più delicato.

La storia degli abusi subiti da Jane smuove lo stomaco e fa infuriare noi lettori, perché assurda e, purtroppo, rappresentazione di una cruda realtà.

La sua difficoltà nell’accettare le attenzioni di Liam, la sua paura nel vivere sotto lo stesso tetto del patrigno e la sua grandissima forza di volontà che la porta a salvare prima la sorella, poi se stessa, ci portano ad amare incondizionatamente questa ragazza, ad ammirarla e ad apprezzarne tutte le sfaccettature che la bravissima scrittrice mette nero su bianco.

Questa è una storia che va letta piano, perché a volte bisogna riprendere fiato dalla rabbia, ma anche dalle risate.

Amo questo libro e adoro questa scrittrice!

firma Claudia

 

 408 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *