Doppia recensione “She Will Be Loved” di Teresa DG

 

 

Glens Falls, New York. Theresa Johnson, studentessa modello e fidanzata perfetta, sta per mandare all’aria tutta la sua vita per trasferirsi sotto lo stesso tetto di Nick Lafferty, il suo nuovo fratellastro. E la cosa non sembrerebbe nemmeno la tragedia dell’anno, visto che si tratta dell’affascinante e impudente capitano della squadra di nuoto della Glens Falls High, ma ogni volta che lui apre bocca la magia svanisce, resta solo un insopportabile spaccone, pronto a soddisfare l’intera popolazione femminile della scuola. Tess non ha davvero tempo da perdere con lui, la sua vita e i suoi sogni l’attendono, inoltre, ogni pensiero ‘romantico’ minerebbe seriamente il precario equilibrio della loro nuova famiglia. E allora, perché ad ogni provocazione o bacio rubato, il mondo di Theresa sembra tremare perfino dalle fondamenta?

Lui è la sua tempesta. Lei i suoi fulmini. E solo quando gli ostacoli della vita proveranno a separarli, dovranno decidere se aspettare che il temporale passi, o imparare a ballare sotto la stessa pioggia.

Avevo letto “Never let me go” di questa autrice, un altro young adult che mi aveva colpito, quindi ho deciso di leggere quest’ultimo come si suol dire “a scatola chiusa”.

Due giovani ragazzi lui bello, presuntuoso, sportivo e stronzo, lei una ragazza con la testa sulle spalla, semplice e caparbia, che combineranno questi due?

Beh il loro rapporto non proprio fraterno all’inizio ci farà divertire tra gli scherzi sotto lo stesso tetto e le battute tra i due, fin a delinearsi quel classico rapporto di antipatia-simpatia, o… di odio-amore.

Un cattivo ragazzo non molto ben visto dalla madre, un ragazzo perfetto invece da continuare a frequentare eppure l’attrazione c’è, e cercare di evitarla è impossibile quando si è giovani, soli e con gli ormoni a palla.

“Dove tu sei, quella è casa… – Dove tu non sei, è dolore.”

Semplice e scorrevole il romanzo si presenta come il classico YA, non ci sono colpi di scena tali da far tremare l’intero rapporto, i dialoghi abbastanza elementari e consoni all’età in questione, i protagonisti sono allegri, vivaci e briosi proprio come due liceali.

Mi ha fatto rivivere i miei anni da adoloscente, i primi amori, le prime volte, e quella passione intramontabile per il ragazzo bello, sfacciato, stronzo e petulante.

Lo consiglio.

Emozionante. Questa storia mi ha tenuta incollata dall’inizio alla fine.

Forse l’ho già detto, ma adoro gli amori nati dopo i litigi, dopo le forti antipatie; adoro il play boy che capitola, e adoro gli young adult: freschi, giovanili, frizzanti. Le storie fra ragazzi mi emozionano sempre e hanno il potere di farmi risentire le farfalle nello stomaco tipiche dei primi amori. E questo romanzo non fa eccezione, anzi! E’ tenero, intenso, profondo, e leggero nei punti giusti! Theresa e Nick, nella loro semplicità, hanno il merito di saper coinvolgere in un modo tutto loro. Lei è un personaggio che mi è piaciuto moltissimo: dolce ma tenace, testarda ma arrendevole, vulnerabile ma pronta e decisa ad affrontare gli ostacoli che Nick le pone davanti, in nome di un amore al quale non è disposta a rinunciare. E Nick… beh, lui è Nick: probabilmente se fossi stata una compagna di scuola, o una ragazza nella sua cerchia d’amici, sarei caduta anche io ai suoi piedi!

Bello e originale anche tutto il contesto che fa da cornice alle loro vite, creando tensioni e difficoltà utili a generare e ad aumentare il pathos!

E’ vero, sono presenti alcuni errori ortografici e grammaticali sicuramente da aggiustare, ma è così bella la storia, e così fluida, che in questo caso voglio soprassedere.

 

 

 561 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *