Doppia recensione “Polvere di stelle” di Angela Contini

 

 

 

Dopo aver scoperto di essere in grado di prevedere il futuro grazie al suo DNA ibrido, Abby Allen deve fare i conti con una delle peggiori visioni che le capita di avere: quella che le svela la morte di Kevan, l’alieno di cui è innamorata, che sembra si sacrificherà per salvare proprio lei. Sceglie quindi di stargli lontana, ma più lei si allontana, più Kevan le si avvicina, conscio ormai di non poter più fare a meno della “colorata” presenza di Abby. Riuscirà la ragazza a tenere fede ai suoi propositi, o le lusinghe dell’alieno avranno la meglio sulla sua volontà?

Nel frattempo, la lotta contro i Niviuxiani, la razza aliena a cui appartiene Kevan, prosegue senza esclusione di colpi. Abby, Kevan, Dakota e Jay, intraprendono un viaggio che dovrebbe portarli al sicuro. Ma le cose non andranno come previsto, perché si sa, il futuro riserva sempre delle sorprese. I ragazzi si ritroveranno al punto di partenza e l’incubo della cattura si abbatte di nuovo sulle loro vite. Abby e Kevan dovranno perciò incontrare il triste epilogo che è stato scritto per loro, o forse il futuro può essere ingannato?

Difficile eguagliare il primo volume, che ho amato alla follia, impossibile poi superarlo. L’autrice ha portato a casa il risultato perché scrive benissimo, in modo chiaro, fluido e sicuramente coinvolgente, eppure mi è come mancato qualcosa. Credo sia da imputare al fatto che nel primo romanzo all’inizio non si capiva la storia nella sua interezza, che ci fosse qualcosa di poco normale si intuiva da subito, ma non che ci trovassimo davanti a degli alieni e, soprattutto, nessuno si aspettava che proprio la timida e impacciata Abby avesse origini extraterrestri. Quindi mistero e phatos avevano fatto la loro figura unita alla scoperta dei vari personaggi, che purtroppo in un seguito si danno per scontati.

Ho apprezzato comunque il proseguo della storia, alcuni chiarimenti sui personaggi principali del primo volume e la maggior presa di coscienza invece di Dakota e Jay che sospetto potrebbero diventare i protagonisti di un eventuale seguito.

In complesso un buon libro che, per chi ha amato il primo, è d’obbligo leggere.

Ritroviamo la simpatica Abby che ci fa un sintesi allegra e frizzante del primo volume, adorabile direi, lei con la battuta sempre pronta e quella sua chiacchiera a volte fuori luogo. Amo il personaggio di Abby, amo la sua spontaneità, il suo modo di vedere le cose, le sue battute esilaranti, il suo modo di amare così genuino, il suo sognare Superman.

Abby, la teatrante Abby, la ragazza dieciottenne innamorata di un alieno, il suo supereroe.

“E’ la stella che aspettavo da sempre, la luce che cercavo nel buio, la mia vita… l’esplosione di colori dulla tela bianca che è stata finora la mia esistenza… Questa è Abby: una musica e una mescolanza di colori che mi toglie il respiro. E che mi fa diventare stupidamente poetico… Amare Abby è facile. Ti entra dentro come una dose di eroina e non ti molla più.”, ritorna Kevan, l’alieno gelido, il Rivoluzionario, colui che ha scoperto la melodia e i colori dell’amore. Diventa un eroe romantico, un eroe senza maschera, un eroe che cerca di salvare la principessa in tutti i modi possibili ed immaginabili.

“Mostrami come si vive. come si fa ad essere felici e liberi.” Un bacio, un bacio rilevatore, un bacio che ha il retro gusto amaro della morte. Abby si condanna ad allontanarsi da Kevan pur di salvargli la vita, si allontana per non far avverare la sua visione. Ma si può realmente fingere di non amare? Lei è come la terra che ama la pioggia durante la siccità. Il destino è stato scritto, il destino scorre prepotente, come un fiume in piena e non si arresta di fronte a nuovi eventi, e tutto accadee, tutto si realizza e le paure si scontrano con la triste realtà “Torna da me Kevan e non mi servirà nient’altro, mai. La terra potrebbe smettere di girare, il sole di brillare, a me non importerebbe niente… poi continueremo a guardare il mondo a testa in giù fino a stordirci…”. Kevan ed Abby… un noi tutto da scoprire.

Angela ci anticipa la nuova storia che sarà protagonista dell’ultimo capitolo della serie, i pensieri di Dakota prendono vita “Parte di me e di lui diventa noi. E’ come un’esplosione. E’ fuoco liquido. E’ perfetto. E io mi perdo. Jay è entrambe le cose. Freddo e caldo. Rabbioso e indifferente.”

Non vedo l’ora di sapere di loro, di scoprire cosa succede quando il fuoco ti entra dentro.

 397 total views,  3 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA