Doppia recensione “La mia romantica vacanza da sogno” di Sue Moorcroft

 

 

 

 

 

Alexia Kennedy, vero talento nella decorazione d’interni, ha ricevuto un incarico molto speciale: creare per la piccola comunità di Middledip la caffetteria che tutti aspettano da anni. Dopo mesi di raccolta fondi, infatti, gli abitanti non vedono l’ora di veder iniziare finalmente i lavori. Ma i loro sogni vengono distrutti quando qualcuno ruba fino all’ultimo penny dei soldi raccolti. Alexia sta quasi per darsi per vinta, ma a volte l’aiuto più prezioso arriva in modo del tutto inaspettato. Nessuno avrebbe mai potuto immaginare, infatti, che il tagliaboschi Ben Hardaker si sarebbe messo a disposizione della collettività, insieme al suo gufo Barney. Grazie a lui, Alexia trova la determinazione necessaria a non arrendersi: lei e Ben uniranno le forze per garantire agli abitanti di Middledip ilNatale che si meritano. Perché con la neve sta per arrivare il periodo più magico dell’anno e tutti sanno che, durante le feste, i miracoli possono accadere…

Iniozio con il dire che il titolo è abbastanza fuorviante, perché non c’entra molto con il romanzo.

Non si parla, infatti, di vacanze (tutt’altro), e i momenti romantici raccontati sono davvero pochi, più che altro sono una cornice, o un intermezzo fra gli avvenimenti che accadono nel piccolo paesino dove s’incontrano i protagonisti.

Alexia è una decoratrice d’interni, incaricata di riportare alla luce l’Angel, il vecchio pub di Middledip, trasformandolo nella caffetteria del paese.

Ben è un uomo prossimo al divorzio che ha deciso di trasferirsi a Middledip per allontanarsi dai problemi legati alla sua vecchia vita e avvicinarsi a suo zio, l’unico uomo che gli è sempre stato vicino fin dall’infanzia. Proprio per dare una mano a suo zio, proprietario del pub e della futura caffetteria, Ben decide di aiutare nella pre – ristrutturazione del locale; qui, durante la serata di inaugurazione di inizio lavori, incontra Alexia. Tra loro è subito attrazione, ma Ben non si sente ancora totalmente libero, né legalmente né psicologicamente per affrontare una relazione che non sia solo quella di una notte, e Alexia, d’altro canto, sa che una volta ultimati i lavori della caffetteria partirà per Londra, una città in grado di offrirle la carriera che ha sempre sognato.

Nonostante le intenzioni di entrambi, e il sopraggiungere di alcuni malintesi, Ben e Alexia sentono nascere qualcosa fra loro, ma gli avvenimenti che accadono in paese prendono il sopravvento sulle loro vite. Qualcuno, infatti, ha rubato i fondi della comunità e gli oggetti di valore destinati alla ristrutturazione dell’Angel.

Da questo momento in poi, quasi tutto il romanzo è incentrato su aspetti che non riguardano direttamente la storia d’amore tra i protagonisti, ma cercano più che altro una soluzione per dare vita alla caffetteria nonostante i pochi fondi a disposizione.

Solo verso la fine si respira quell’aria romantica accennata nel titolo …

Tutto sommato, è un romanzo carino: insegna a guardare avanti, a vedere il bicchiere sempre mezzo pieno e a mantenere l’occhio vigile sulle possibili opportunità che la vita offre senza lasciarsi scoraggiare dalle situazioni che sembrano statiche o senza via d’uscita; inoltre, è una storia ricca di buoni sentimenti, di perdono e di altruismo!

E’ una storia piacevole. Da leggere nei pomeriggi invernali.

RECENSIONE A CURA DI: 

Amo l’atmosfera natalizia e con questo romanzo Sue Moorcroft ci fa respirare in anticipo la magia del Natale.

Il romanzo scorre velocemente, una storia intensa, piacevole, dolce. I protagonisti sono ben delineati, come anche le persone intorno a loro da Jodie, Carola, Gabe, Imagen, e tanti altri che arricchiscono la storia rendendola più completa.
Alexia è una donna indipendente, sempre allegra, con un sorriso che riscalda il cuore, ama il suo lavoro di decoratrice d’interni e quando vede il suo futuro sfumare rimette in gioco tutta se stessa.
Ben è un uomo ombroso e scostante, piuttosto scontroso e taciturno, non il classico playboy della situazione, aggiungerei. Si isola in questo paesino sperduto nei boschi, in un cottage, adottando un barbagianni per dedicarsi a quello che più lo appassiona, gli alberi, lui è il mago dei boschi.

Tormentato dall’amarezza per una storia finita, senza un valido motivo, fugge da situazioni complicate e dai suoi mille perchè. Ma il destino ha in serbo per lui la solare e allegra Alexia, che lo catapulterà in una passione irragionevole.

Si ritrovano con una storia di una notte tra le mani, uno zio malato, un barbagianni da accudire, un pony da portare a passeggio, un ex che stressa per il ritorno di fiamme, il furto dell’Angel e un ex moglie che incombe come un fantasma.

Tutte situazioni che portano alla coppia nascente di non impegnarsi emotivamente e godersi “la loro energia”, ma riusciranno a mantenere questa energia lontano dal cuore? La verità della fine di una storia può frenare nuove emozioni? Una nuova proposta di lavoro può dirottare questi sentimenti sul nascere?

Una storia dolce e delicata che ti accompagnerà ad un Natale in famiglia con il giusto amore e un cuore ben caldo.

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA