Doppia recensione “Jumping Jude” di Lucy Lennox

 

 

 

Jude: Raggiungere la vetta della classifica della musica country scatena la pazzia, e nessuno è più folle del mio ex. Purtroppo, le minacce di rivelare la mia omosessualità stanno aumentando. E qui entra in gioco la guardia del corpo dei miei sogni.

Probabilmente sarei infastidito da quella presenza costante, se la sua attenzione per il mio corpo non fosse così… ah… meticolosa. Adesso devo preoccuparmi di non rivelare la verità su di me davanti a milioni di fan se, in pubblico, non riuscissi a tenere le mani a posto.

Derek: Sono un ex-Marine trasformato in una specie di babysitter. Se sarò costretto a sentire Jude cantare un’altra volta la sua mega-hit Bluebell, potrei ucciderlo con le mie stesse mani, e dopo sei anni nelle Forze Speciali, so come utilizzare un’arma. Purtroppo, lo sa anche lui. Ma il suo arsenale include addominali scolpiti e corde vocali micidiali.

Ho affrontato pistole, coltelli, esplosivi, eppure è Jude Marian che potrebbe farmi finire in ginocchio.

Il mondo della mucisa è bello perchè è variopinto di emozioni, tanti piccoli colori sparsi tra le note.

Cantante e Bodyguard, che accoppiata Ragazzi!!

Jude è misterioso, schivo, riservato e solitario, Derek, beh lui è un ex marine, bello e affascinate, muscoloso e pieno di energie.

La storia su svolge nell’arco temporale di sei mesi, Derek infatti sarà la guardia del corpo del cantante country nella sua tourneè. Il loro rapporto si evolve lentamente, si iniziano a conoscere, a scoprire e ad aprirsi lentamente e senza malizia. Si parte da una semplice amicizia fino ad arrivare ad un amore dolce e passionale.

Ad adornare l’intero romanzo saranno la moltitudine di personaggi secondari che si interfacciano con la storia rendendola unica, completa, complessa e semplice allo stesso tempo.

La scrittura è impeccabile, e conoscendo l’autrice questa era una certezza, scorrevole e lineare il libro si presenta nella versione “da alte aspettative”.

Peperine eccomi con una nuova esaltante lettura. Questa volta mi sono cimentata con un M/M edito dalla Triskell e devo dire che le loro pubblicazioni di questo genere, non mi deludono mai. La storia ci fa conoscere Jude Marian, una rock star riservata e gelosa della sua privacy. Il ragazzo ha carisma e fascino, ha una fidanzata Jae e la sua carriera è in continua ascesa; ma proprio per questo è diffidente e guardingo rispetto a chi gli si avvicina. Ha sempre paura che le amicizie o gli affetti siano solo per un tornaconto personale, per cui soffre di solitudine. Ha una famiglia ingombrante, ma spassosa, e la sua vita cambia drasticamente quando gli viene presentata la nuova guardia del corpo. Derek Wolf è un ex marine rientrato alla base per essere scampato ad un agguato, quindi impossibilitato a continuare la missione. C’è subito attrazione tra i due, sguardi lascivi ma nascosti perché Jude non ha fatto coming out e, per via della fidanzata, Derek lo crede etero: ma d’altronde anche lui si nasconde, avendo alle spalle una famiglia di militari con idee ben precise a riguardo. Riusciranno a capirsi e ad abbandonarsi a questo sentimento che entrambi rifuggono? Io non vi svelo di più…

 

Come ho già detto, le storie M/M della Triskell, sono una garanzia. La trama mi è piaciuta molto perché l’autrice è riuscita a descrivere le fragilità dei due protagonisti, in modo eccellente. C’è sempre un po’ di timore quando si tratta questo tema: la paura di non essere capiti, di non essere accettati ed è quello che accade al nostro Derek. È un ragazzone, come lo apostrofa Jude, ma lo è solo in apparenza, perché dentro ha un cuore e un animo bisognosi di dare e ricevere affetto. Jude, invece, ha il compito più facile, perché la sua è una famiglia allargata con vari fratelli già gay dichiarati, ma ha comunque un cuore spezzato da un ragazzo che sei anni prima lo aveva lasciato dicendogli di essere una nullità.

 

“Aprì l’anta della doccia ed entrò alle mie spalle.

“Giusto. Solo che non posso essere il tuo amico di scopate perché provo dei sentimenti per te, idiota. Ma non riuscivo a mettere insieme le parole per spiegartelo. Avevo paura di dire la cosa sbagliata.”

Il mio battito cardiaco accelerò, mentre cercavo di capire che cosa intendesse.

“Quindi…stai dicendo che non abbiamo chiuso, abbiamo solo finito di fingere che sia occasionale?” domandai, temendo di fare delle supposizioni. I suoi occhi nocciola mi scagliarono contro delle saette furiose, e avrei dato tutto per essere in grado di leggergli la mente.

“Fammi solo capire che cosa vuoi Bluebell. È chiaro che non ho idea di cosa tu stia parlando,” aggiunsi.

“Ci tengo a te, cazzo. Ho pensato che forse tu provassi lo stesso. Mi sbagliavo?”

“No, Gesù, no, è il motivo per cui non voglio ferirti. Non importa cosa succede, non posso sopportare di farti del male,” confessai, allungandomi per afferrargli i gomiti. “Hai detto che non volevi una relazione, quindi ho cercato di tenermi dentro quello che provavo. Non volevo che ti sentissi sotto pressione.”

Jude liberò un sospiro. “Lo so cosa ho detto, Derek. Tuttavia, a volte non puoi farci niente quando inizi a innamorarti di qualcuno. Sono stato un idiota a pensare il contrario.”

Il suono del mio nome pronunciato dalla sua bellissima voce non smetteva mai di pietrificarmi. Sentii la bocca allargarsi in un sorrisetto, mentre lo tiravo vicino. “Torna alla parte in cui ti stai innamorando di me.”

 

La narrazione avviane tramite il pov di entrambi i protagonisti, ed è una cosa che apprezzo davvero in un libro, perché se scritto bene mi permette di immedesimarmi in loro, come è avvenuto qui, nonostante io abbia alcune differenze sostanziali con Derek e Jude. È una trama a tratti dolce e romantica, a tratti passionale e ardente, ma comunque intrisa di sentimenti che arrivano al lettore. Le scene calde sono descritte minuziosamente ma non scadono mai nel volgare, rimanendo sempre in linea con la storia. Quindi tirando le somme è una lettura che scorre veloce e fluida, che tiene il lettore incollato alle pagine e che fa vivere sulla propria pelle le emozioni e i sentimenti dei protagonisti.

Alla prossima!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *