Doppia recensione “Il mio capo odia il Natale (Reindeer Falls Series Vol. 1)” di Jana Aston

 

 

 

Caro Babbo Natale,

per favore, per quest’anno regalami un nuovo capo. Il mio è un incubo. È una persona orribile, nascosta dietro una diabolica maschera di perfezione maschile: un metro e ottanta di fascino magnetico. Sarebbe molto più facile se somigliasse al Grinch, no?

Ma Nick Saint-Croix non somiglia affatto al Grinch. È bello come il sole.

Comunque, non importa. Non voglio neanche pensare a come mi fanno sentire i suoi occhi quando mi guardano. Per favore, portami un nuovo capo. Ti prego.

Con affetto,

Holly Winter

Una lettura leggera sul Natale, l’accoppiata vincente del Grinch e dell’innamorata del Natale. Il binomio capo-segretaria darà ancora una volta il suo contributo, il tutto arricchito dall’atmosfera natalizia ed un viaggio inaspettato.

“Il mio capo è un Grinch. Uno Scrooge. Un Dursley tra una folla di Harry… E’ un misantropo, un burbero con una pietra al posto del cuore… Un Grinch Sexy.”

Se su questa lettura bisogna essere pignoli è troppo breve.

Se invece si pensa ad una lettura leggera nello spirito natalizio, è allegra e frizzante, sensuale al punto giusto, dal sapore e dai colori natalizi.

Cosa non mi è piaciuto per renderla una lettura al Top? La brevità della storia, i personaggi sono appena accennati e i loro passati assenti.

Cosa ho invece amato? La parte del Grinch che si trasforma nel principe della situazione, l’atmosfera natalizia.

Io odio l’inverno, questo è un dato di fatto, ma per la mia vena romantica forse, amo il Natale, le luci, i colori, i profumi e tutto ciò che sa di Natale.

Quindi se volete una lettura non impegnativa, veloce, con due protagonisti che faranno battere il vostro cuore sotto le feste natalizie, tra un pranzo ed altro potete leggere questo breve romanzo.

Eh già Buon Natale!

Dal nome della protagonista, Holly Winter, a quello delle sorelle Ginger e Noel, tutto richiama il Natale e le sue atmosfere suggestive. Holly Winter lavora alla Flying Reindeer Toy Company, nella cittadina dove è nata e cresciuta. Adora il Natale e potrebbe dire che ha il lavoro dei sogni, se non fosse per il suo capo, Nick Saint-Croix.

Ogni volta che mi guarda dritta negli occhi sono sicura che sia in grado di leggere i pensieri incontrollabili che mi vagano nella testa. Che sono quasi sempre delle fantasie su ciò che si nasconde sotto quei suoi abiti firmati, mixate a immagini vagabonde su di lui che mangia sushi andato a male per pranzo.”

Il libro è scritto davvero bene, è divertente e scorrevole. Viene descritto il mercatino di Natale di Norimberga ed è stato come ritrovarmici in mezzo. L’unica pecca è che dura troppo poco. Il personaggio di Nick mi è piaciuto moltissimo ed è sempre coerente con sé stesso, pur discostandosi decisamente dall’opinione che Holly si è fatta di lui. Non vedo l’ora di poter leggere altro dell’autrice, perché la sorella di Holly, Ginger, non me la conta giusta con la sua rivalità con il bel pasticcere.

Per chi ama le storie d’amore sul Natale ed è alla ricerca di una lettura poco impegnativa, questo libro è l’ideale.

ELEONORA

 389 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *