Recensione “Un’anima da sfamare” di Annabella Michaels

 

 

 

 

 

 

Giovanni Romero ha avuto la sua buona dose di dolore già prima dei trent’anni, inclusa la perdita dei genitori in un orribile incidente d’auto. Dopo aver subito un’altra perdita devastante, ha deciso di seguire il suo sogno di aprire un ristorante, diventando così il fiero proprietario del Romero’s, un ristorante italiano di grande successo e acclamato dalla critica, immerso nel cuore di Chicago. Consapevole che un altro colpo al cuore potrebbe distruggerlo, Giovanni ha innalzato delle pareti intorno a sé per proteggersi. Si è dato regole rigorose sugli uomini con cui va a letto, incluso il divieto di scambiarsi i nomi e il divieto inderogabile di un secondo incontro con la stessa persona, almeno fino a quando non incontra un ragazzo impossibile da dimenticare.

Dopo aver passato gli ultimi anni in Europa, nel bacino del Mediterraneo, lavorando come apprendista per alcuni dei migliori cuochi del mondo, il ventitreenne Caleb Greene ritorna finalmente a casa. Mentre seguiva i suoi studi non vedeva l’ora di riunirsi alla sua grande, pazza e adorabile famiglia, soprattutto al suo fratello gemello Carter. Inoltre, Caleb sperava di iniziare finalmente la sua carriera come capo chef per il ristorante italiano più prestigioso di Chicago, il Romero’s. Dopo una notte di festeggiamenti con Carter, Caleb si ritrova a fare qualcosa di insolito: andare a casa con uno sconosciuto, strano e sexy. Caleb non aveva mai avuto avventure da una notte, ma qualcosa in quell’uomo lo ha attirato. Purtroppo però, l’uomo gli ribadisce che si sarebbe trattato di una notte e basta.

Incapace di scacciare quel giovane affascinante dalla sua mente, Giovanni è sconvolto quando scopre che si tratta di Caleb, il ragazzo che è stato assunto come suo nuovo capo chef. Lavorando insieme, l’uno accanto all’altro, Giovanni sarà in grado di mantenere erette le sue barriere o Caleb avrà la forza di abbatterle, liberandolo?

Giovanni Romero è un uomo rotto dentro, un uomo la cui moglie lo ha lasciato con delle crepe nell’  anima. Il dolore dell’abbandono però lo risveglia dal torpore e da una vita che non ha mai voluto perciò decide di seguire le sue ambizioni aprendo il ristorante che sognava da sempre.

Nella sua bisessualità Giovanni sceglie rapporti singoli ed anonimi con uomini, finchè nella sua vita entra Caleb.

Caleb è gay, Carter suo fratello gemello è gay e anche un terzo fratello è assolutamente gay e già di per se questa cosa è alquanto strana. Quando inizi a leggere della loro vita ti ritrovi immersa in una famiglia pazza che ti piace sin dalla prima pagina.

Caleb non è abituato a questi incontri casuali e avventure di una sola notte ed è quindi anomalo  il suo  primo incontro con Giovanni.

I due vivono una notte di folle sesso sfrenato , come fuoco bollente nelle vene, finchè arriva la mattina e tutta la magia tra di loro finisce.

E se fossero destinati a rincontrarsi senza saperlo? Caleb lavora per Giovanni e il loro rapporto diventa sempre più incalzante, tra i fornelli e innegabile attrazione , finchè il passato  di Giovanni torna incalzante e le barriere che aveva eretto tornano prepotentemente senza dare la possibilità a Caleb di forzarle.

Lacrime lacrime e ancora lacrime fino all’ultima pagina per questo amore travagliato che vi rimarrà per sempre nel cuore.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA