Recensione “WIDDERSHINS. Whyborne & Griffin Vol. 1” di Jordan L Hawk

 

 

 

 

 

Uno studioso solitario. Un detective privato. E un libro d’incantesimi che potrebbe distruggere il mondo intero.

L’amore è pericoloso. Fin dalla tragica morte dell’adorato amico, Percival Endicott Whyborne ha spietatamente soppresso qualunque sentimento per altri uomini. Preferisce trascorrere le sue giornate a studiare lingue morte nel museo dove lavora. Così, quando l’affascinante ex-Pinkerton Griffin Flaherty lo contatta per tradurre un libro misterioso, Whyborne vuole solo finire il lavoro e sbarazzarsi del detective il più in fretta possibile.

Griffin ha lasciato la Pinkerton dopo la morte del suo partner. Si è messo in proprio, e ora deve investigare sull’assassinio di un giovane benestante. Unico indizio: un libro in codice un tempo appartenuto alla vittima.

Il progredire delle indagini fa avvicinare i due uomini, e il fascino dissoluto di Griffin rischia di far crollare il ferreo autocontrollo di Whyborne. Ma quando la coppia scopre le prove dell’esistenza di un potente culto determinato a dominare il mondo, Whyborne è costretto a scegliere: rimanere da solo e al sicuro, oppure rischiare tutto per l’uomo che ama.

Un romanzo che racchiude in sé diversi generi, dal romance MM, al giallo, al thriller fino al fantasy. Primo di una serie, che sicuramente avrà successo ,ci presenta i due protagonisti indiscussi: Whyborne e Griffin. Il primo è un giovane uomo proveniente da una buona famiglia, studioso col naso sempre immerso nei libri e conoscitore di almeno 10 lingue, è da sempre timido e insicuro e dopo la morte di un ragazzo cui era molto legato si è chiuso in se stesso e buttato a capofitto nel lavoro. Griffin invece sembra il suo opposto, bello come il sole, coraggioso, sicuro e spavaldo, detective intraprendente che non si ferma davanti a niente e nessuno, neppure forze sovrannaturali che minacciano il loro piccolo mondo e anche l’intero pianeta.

Il romanzo tuttavia non è solo uno spy thriller ma anche una dolcissima storia d’amore fra due persone totalmente differenti, almeno in apparenza. Perché non sempre la timidezza nasconde timore né la spavalderia la più dura sicurezza. Fra i due nasce qualcosa di inaspettato, di vero , che saprà passare sopra  agli errori che noi umani spesso commettiamo ma che solo l’amore, quello vero, sa perdonare.

Un ottimo inizio che fa pregustare nuove indagini da parte dei protagonisti cui ci si affezionera’ facilmente grazie alla narrazione molto coinvolgente, intensa, a tratti ricca di azione e mistero e a momenti invece sapientemente delicata.

Consigliato.

 SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Eva

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA