Recensione “UNA QUESTIONE DI CUORE” di Karen Swan

 

 

 

 

 

1974 Elena Damiani ha una vita perfetta. Nata e cresciuta nel lusso, è indiscutibilmente bella: una condizione che le ha sempre aperto tutte le porte. Nessun uomo può resistere al suo fascino. All’età di ventisei anni è già al suo terzo matrimonio, quando capisce di avere incontrato la sua anima gemella. Eppure quello di cui si è appena innamorata è l’unico uomo al mondo che non potrà mai avere, e né il suo fascino né i suoi soldi potranno cambiare le cose

2017 Francesca Hackett sta vivendo la sua dolce vita romana: accompagna i turisti in giro per la Città Eterna e cerca di dimenticare i fantasmi del suo passato a Londra. Un giorno trova nella spazzatura una borsa: decisa a restituirla, scopre che la proprietaria è la famosa viscontessa Elena dei Damiani Pignatelli della Mirandola. Elena entra subito in sintonia con la giovane che le ha restituito la borsa rubata, contenente una lettera mai aperta, risalente a dodici anni prima. E Francesca si trova ben presto affascinata dai racconti di Elena, ricchi di storie sensazionali. Ma dietro quelle storie si nasconde un segreto sconvolgente…

Davvero un bel romanzo, non si discute. L’autrice è una professionista navigata, colta, attenta, precisa fin al particolare, meticolosa. Unica nota che posso fare, ed è puramente soggettiva, è che in questo caso magari togliere un po’ non sarebbe stata una cattiva idea, a volte il troppo appesantisce la lettura che invece in questo caso è di alto livello.

La storia è un intreccio di due racconti in due epoche differenti e di due donne che si incontrano, sfiorano e abbracciano creando un affascinante e misterioso connubio.

La prima donna è Elena ora oltra ottantenne, ricchissima di nascita e principessa per matrimonio, colta, bella e interessante che, a un passo dal declino della malattia che l’ha colpita, viene colta dal desiderio di lasciare qualcosa di suo al mondo: una autobiografia. Elena è da sempre una donna invidiata che fa spesso parlare di sé, tutto il mondo conosce la sua vita ma nessuno sa realmente chi sia, cosa abbia fatto, il perché di molte sue scelte e di molti errori. Pagina dopo pagina Elena si racconta al lettore mettendo a nudo la sua anima, cosa che invece fatica a fare con l’altra protagonista.

Francesca, soprannominata Cesca, è invece una giovane avvocatessa inglese che ha lasciato il Foro e la patria per cambiare vita e dimenticare i fantasmi del passato. Si è dovuta arrangiare facendo la guida turistica e ora si limita a sopravvivere vivendo ampiamente al di sotto delle sue potenzialità.

L’incontro fra le due donne è inizialmente casuale ma Elena prende sin da subito sotto la sua ala la giovane donna e le offre un nuovo e redditizio lavoro, scrivere la sua biografia.

Molto interessante l’intreccio fra le due parti del romanzo, fra la verità e le mezze bugie che invece l’anziana donna racconta all’amica. Tuttavia il rispetto reciproco e l’affetto crescono giorno dopo giorno spingendo Elena a dire più di quello che vorrebbe e permettendo all’abile mente di Cesca di capire e risolvere l’intera matassa.

Tanti amori, principalmente della principessa, ma anche della giovane avvocatessa, intrighi, morti, misteri, gioielli spariti e una incantevole Roma, città eterna, che ci accompagna passo dopo passo nelle sue intricate vie e nelle altrettanto complicate sfaccettature dell’animo umano.

Consigliato!!!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA