Recensione “UNA MAGNIFICA FUSIONE” di Sefora Coppini

 

 

 

 

 

Annie Noel è solo una bambina quando assiste alla morte dei suoi genitori. Cresciuta in un orfanotrofio siciliano è costretta sin da piccola a non godere della spensieratezza che ogni bambino dovrebbe avere. La ragazza riesce comunque a realizzare i suoi desideri e dopo aver conseguito il diploma decide di trasferirsi nella capitale, con Pino e Manuela, i suoi amici di sempre. Lì troverà un lavoro che la soddisfa. La sua vita pare finalmente serena e ordinaria. A sconvolgere gli equilibri della ragazza sarà Marco, un ricco figlio di papà abituato ad avere tutto ciò che desidera senza alcun problema. Tra i due è amore a prima vista e, dopo qualche conflitto iniziale, trovano stabilità e serenità, fin quando i trascorsi spregiudicati di Marco tornano a galla, mettendo a repentaglio la loro relazione. Amareggiata, Annie cerca di riprendere la sua routine, ma proprio quando le cose paiono appianarsi, la sua vita viene sconvolta da un’incredibile notizia che potrebbe cambiare la sua vita. Incapace di destreggiarsi tra tante novità, Annie cerca immediatamente l’appoggio e i consigli di Marco ma, una volta giunta a casa sua, lo trova in compagnia della sua vecchia amante. Dopo plateali gesti d’amore, Annie cede a Marco ma la serenità così duramente riconquistata non durerà e la loro relazione verrà nuovamente compromessa dall’oscuro passato di lui e da un gesto folle e disperato dell’ex amante di Marco che metterà a rischio la vita di Annie. Tutto questo sarà causa di rottura tra lei e Marco. A fatica la ragazza riprende in mano la sua vita finché il futuro, ancora una volta, non intreccerà i loro destini.

Recensione che mi mette non pochi problemi, se avessi letto poco del genere romance lo definirei un buon libro, avvincente, romantico, molto passionale e ricco di colpi di scena, forse un po’ troppi tira e molla fra i due protagonisti ma vedo che ultimamente vanno tanto di moda. Il problema è invece che ne ho letti parecchi: la storia del ricco e tenebroso figlio di papà, con abitudini sessuali perverse, che non si è mai innamorato prima di una donna e invece al solo vedere lei, piccola fiammiferaia, vergine e ingenua rimane sbalordito e scatta l’innamoramento a prima vista, purtroppo è una storia ormai trita e ritrita. Il prendersi e lasciarsi infinito, la mancanza di dialogo e di fiducia, i traslochi a e da casa di lui ogni volta che sorge un problema, la gelosia morbosa, il desiderio di possedere l’amata invece che semplicemente amarla non li trovo più originali, se non addirittura banali. Si possono usare alcuni degli elementi e crearci intorno una bella storia, ma non tutti e non sempre nello stesso identico modo.

Il romanzo comunque si salva perché è ben scritto e ricco di momenti avventurosi e personaggi ben definiti e in parte originali che si intrecciano fra loro suscitando interesse e curiosità, la passione poi non manca e l’adrenalina neppure.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA