Recensione “Un posto vuoto” di Mickie B. Ashling

 

 

 

 

 

 

Dopo una relazione durata vent’anni e a sole due settimane da una crociera a lungo attesa da entrambi, il marito di Seth Wilder si suicida. La coppia non aveva stipulato una polizza di annullamento e Seth non può chiedere un rimborso. Bryce McFarland, compagno di palestra di suo marito, comprende la situazione e, quando Seth glielo chiede, acconsente ad accompagnarlo, per permettergli di recuperare il denaro e non essere costretto a cancellare i suoi piani. È una gentilezza inaspettata, che Seth accetta con gratitudine.

I due non hanno niente in comune. Seth è un solitario autore di romanzi, mentre Bryce è un incallito utente di Grindr che trova difficile impegnarsi seriamente. Per necessità, e nonostante le differenze in apparenza insormontabili tra loro, i due sviluppano un incerto rapporto. Con il proseguire del viaggio attraverso le Isole Britanniche, Bryce aiuta Seth a fare i conti con la morte improvvisa del compagno, mentre Seth scopre a sua volta le cause della fobia di Bryce.

Le relazioni nate in crociera raramente funzionano e sarebbe sensato resistervi, nonostante la tensione erotica. Ma la luna piena e le brezze di fine estate favoriscono le situazioni impossibili, facendo cadere le barriere e sbocciare un nuovo amore.

Seth è in lutto. Suo marito, il suo compagno da vent’anni, si è tolto la vita lasciandolo con molte insicurezze, tutta una serie di sensi di colpa e una crociera non rimborsabile da fare. In suo soccorso arriva Bryce, amico da molti anni del compagno di Seth, che si offre di andare con lui.

I due uomini sono molto diversi, Seth sembra essere fin troppo noioso in confronto alla verve di Bryce, troppo classico, troppo conservatore, un po’ antico. Mente Bryce, alla soglia dei 50 è ancora un uomo che cura l’aspetto, così da apparire sexy (e secondo Seth ci riesce davvero bene ad essere sexy…), frequenta uomini più giovani e non si fa problemi con le avventure di una notte.

Sembrano decisamente incompatibili… Complice la crociera e quel pizzico di attrazione che corre tra loro fin da subito però, quell’incompatibilità diventa ben presto un rapporto che potrebbe rendere felici entrambi.

È stata una lettura piacevole, una storia dai contorni semplici e dolci, che ti lascia poi con il sorriso sulle labbra. Forse un po’ troppo veloce il finale, l’avrei approfondito un po’ di più, ma comunque è un libro che scorre bene, senza essere noioso o pesante. Entrambi gli uomini affrontano il loro passato e le loro paure, riscoprono una parte dell’amore che in qualche modo avevano dimenticato. All’interno del racconto viene trattato un tema delicatissimo (non ve lo svelo per non rovinarvi la lettura) e devo dire che l’ho trovato trattato in modo delicato e senza presunzione.

Lettura sicuramente consigliata.

 

Sensualità: 

Recensioni: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA