Recensione “The superstar” di Patricia Logan

 

 

 

 

 

Storm Ellison è l’uomo più sexy in circolazione. È la splendida giovane star di “Intrappolati sull’isola”, il più sensuale reality show trasmesso in televisione, e la sua fama lo rende riconoscibile, nel momento stesso in cui lascia il suo suntuoso palazzo. I paparazzi lo seguono ovunque, tormentandolo e lasciandogli pochissima privacy, vendendo le sue foto ai tabloid consolidando la sua reputazione di puttaniere gay. Mentre Storm si prepara a firmare il suo primo grande contratto cinematografico, il suo manager decide che da quel momento ha bisogno di protezione. Quello che Storm non si aspetta è l’attrazione nei confronti della guardia del corpo, fredda e bastarda, che gestisce scrupolosamente la sua vita.

Balthazar Grant è un bellissimo ed enorme ex marine, addestrato dai migliori e disposto a mettersi in mezzo tra Storm e chiunque sia abbastanza stupido da cercare di avvicinarsi al suo protetto. Stoico e serio, Taz conferisce una sorta di presenza mortale all’entourage di Storm, ogni volta che escono in pubblico. La star non vuole una guardia del corpo, tantomeno una che non lo lascia vivere il suo stile di vita dissoluto e Storm certamente non è il tipo che accetta imposizioni da un marine troppo sicuro di sé, che ha opinioni su tutto, anche su chi dovrebbe uscire con lui.

Quando una minaccia mortale colpisce il mondo di Storm, quest’ultimo improvvisamente inizia a vivere il proprio reality show, che non ha nulla a che vedere con i voti del pubblico e isole. Riuscirà Storm a capirlo prima che sia troppo tardi? Taz sarà in grado di combattere la sua attrazione per la giovane superstar, mentre cerca di convincerlo che il pericolo in cui si trova è reale? La coppia imparerà molto presto che la realtà è più strana della finzione.

 

Troviamo Balthazar Grant, Taz, che dopo il congedo dai Marines, lavora nella sicurezza a Los Angeles, e qui viene contattato da Rome, già conosciuto precedentemente  nei libri della Logan, che gli offre un lavoro a tempo pieno come guardia del corpo di Storm Ellison, celebrità di un reality.

Una storia scritta bene che affascina già dalle prime righe… in cui entriamo nella mente dei due protagonisti, in cui paura e sentimenti vengono taciuti, per non incorrere nei pregiudizi di chi pensa il peggio di te.

Pregiudizio che troviamo in Taz, anche se in realtà tutto ciò che sa di Storm è un’invenzione per pubblicizzare il personaggio stesso.

Taz non vuole innamorarsi, perché pensa che Storm sia un ragazzo facile, quindi cerca di non cedere. Storm invece non vede l’ora di poter cadere nelle braccia della sua guardia del corpo e, complice un bicchiere di vino rosso, Storm riesce ad abbattere quei muri che Taz aveva eretto.

Taz realizzò che stava per fare l’amore con Storm. Lo volevano entrambi in maniera disperata. In verità, aveva quasi iniziato a pensare che la sua vita monastica sotto il tetto della superstar non avrebbe mai avuto fine. Provò a ripensare ai motivi per cui quella fosse una pessima idea e quanto fosse importante rimanere professionali, ma Storm gemette inarcando la schiena, strusciando la propria erezione contro la sua e facendo aderire i loro corpi.”

“Ti voglio, tesoro, ”gemette tra i baci, ”ne ho bisogno” “Sì, Taz” grugnì ,infilando una mano tra di loro e cercando la sua erezione. A dire il vero, era difficile non trovarla… Insomma era così grossa da aver bisogno di un codice postale a sé.

 

Un libro in cui i protagonisti ci sorprenderanno per la loro dolcezza, ci presenteranno un mondo finto, mascherato… ma dietro ogni maschera troviamo persone vere, non false come i giornali le dipingono. Due protagonisti che sapranno sorprenderci anche con molta leggerezza…

 

“Senor Storm, senor Taz ,avete saltato la colazione,” disse, ”alora vi ho fatto el pranzo.”

“Bene, stiamo morendo di fame,”squittì Storm.”Cosa c’ è per pranzo, Rebecca?”

“Le ho fatto una salsiccia de trenta centimetri, senor Taz, e per lei, senor Storm, una cotoletta de verdura de trenta centimetri” aggiunse, accartocciando il volto in una smorfia.

La scrittrice ha creato un libro veramente simpatico e divertente, in cui non mancano le scene di sesso, come abbiamo notato, con personaggi veramente esilaranti: Rebecca, la governante-domestica di Storm, Juliana, la sua “anima gemella“, Butch, il bulldog francese, be’ e poi c’è Guru Shamsa… e lui è un’altra cosa.

Consiglio davvero la lettura di questo libro.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA