Recensione “The Hustler” di Velia Rizzoli Benfenati

 

 

 

 

 

 

Può l’incontro casuale fra uno stilista affermato e un affascinante modello e rent-boy essere l’inizio di una storia d’amore? Sì, se lo stilista vede nel giovane il suo modello estetico e il modello trova nel suo pigmalione quella comprensione e quella cura che non ha mai avuto sino ad allora. Ma la vita pone i suoi paletti: il famoso Richard Fischer e l’ambitissimo hustler Matthew Steinbeck hanno delle zone d’ombra nelle loro complesse esistenze.
Matthew nasconde un segreto: un grande amore che lo spinge a prostituirsi e da cui non si separerà mai. E Richard un carattere spesso troppo debole per opporsi alle avversità.
Riuscirà lo stilista a conquistare il ragazzo e a liberarlo da quel giogo che sembra costringerlo a una vita infelice? Oppure troverà un nuovo amore con cui costruire un futuro più semplice insieme?
Matthew si lascerà conquistare o il suo grande amore verrà sempre e comunque prima di tutto? E perché una persona che ama così tanto un’altra la spinge alla prostituzione?

Ci sono due forze motrici fondamentali: la paura e l’amore. Quando abbiamo paura, ci ritraiamo indietro dalla vita. Quando siamo innamorati, ci apriamo a tutto ciò che la vita ha da offrire con passione, entusiasmo, e l’accettazione.


(John Lennon)

 

Quando può influenzare il passato di una persona su eventuali relazioni future? Quanto i pregiudizi delle persone influenzano la nostra vita?

Richard è uno stilista affermato, la sua vita lavorativa è piena di successo e d’impegni mondani, ma la sua vita privata subisce una battuta d’arresto dopo che Dominic, il compagno storico e socio pone fine alla loro relazione decennale.

Rimettersi in gioco non è facile, ma spesso la vita ci fa incontrare casualmente persone che poi restano nella nostra vita per sempre.

“La ragazza si era allontanata dal suo campo visivo lasciando lo spazio a un ragazzo. E Richard si sentì perduto.”

Una sera come tante, in un bar come tanti, un incontro fuori dal comune. Matthew è un giovane modello, che catalizza l’attenzione per la bellezza e non solo; è, infatti, un hustler che vende il suo corpo per denaro, gli uomini sono disposti a pagare cifre esorbitanti pur di passare qualche ora con lui.

Richard resta subito abbagliato dal giovane, ma il saperlo in vendita inibisce non poco il suo comportamento. Solo spinto da un amico si lascia convincere a contattare il giovane per farsi “un regalo”.

Due mondi si scontrano: Richard che ha bisogno di creare l’atmosfera per stare con un uomo, che non concepisce rapporti sterili e solo sessuali, e non è abituato a svilire i partner anche se solo di una notte. «Beh, mi piacerebbe organizzare un’uscita, non so: cena, teatro o cinema, o qualcosa del genere e poi passare la notte a casa mia, fino al mattino successivo. Niente di volgare o contrario alle sue regole, ma neanche una cosa così asettica come una “botta e via” in hotel. Quella è una cosa che mi mette molta tristezza.»

Matthew che invece quando vende il suo corpo è abituato a dare senza mai ricevere nulla in cambio se non denaro.  «Fino a ora abbiamo scherzato, ma adesso sei entrato nel mio campo di competenze. Lasciati andare e fidati di me, non ti farò del male.»

Gli incontri dei due amanti si susseguono in modo regolare e i sentimenti di entrambi mutano. «Andiamo Matthew, non fare il finto tonto con me, sai benissimo di cosa sto parlando anche se lo neghi. Stai attento, ragazzo. Ti stai mettendo nei guai.»

“Mentre si perdeva tra i suoi baci e le sue carezze, Richard si chiese come avrebbe fatto a tornare alla vita di tutti i giorni e a sopportare l’idea di condividerlo ancora con un centinaio di persone.”

Ma nella mente di Matthew è sempre il sospetto che Rick abbia tutte queste attenzioni solo perché lo compra, nessuno dei due riesce a far capire all’altro che i sentimenti che li legano sono cambiati e lo sono per entrambi.

Matthew non ha mai avuto momenti felici, se non quelli passati con Mark. “I suoi unici momenti di pace erano sempre stati quelli che trascorreva con Mark, l’unica persona per la quale si lasciava fare tutto quello e l’unica persona che avrebbe sempre amato a prescindere da tutto e tutti.”

Quando incontra Richard, si trova spiazzato da quest’uomo che dimostra un interesse particolare per lui.  «Sì, cioè no. Cioè, tu sei un cliente speciale. Tu puoi. Tu puoi farmi tutto quello che vuoi.»

Riusciranno i nostri protagonisti a costruire il loro sogno di felicità, oppure si lasceranno travolgere da paure, pregiudizi e soprattutto dalle loro insicurezze?

“Jayla aveva ragione: era venuto il momento di lottare per qualcosa di importante, era venuto il momento di lottare per il suo amore, era venuto il momento di lottare per Matthew.”

Il libro è diviso in tre parti, nella prima l’autrice ci presenta i personaggi e le loro vite che s’intrecciano, cominciando a delineare caratteri e paure degli stessi. Nella seconda parte, la vita di Matthew è la protagonista e ci fa capire meglio questo giovane modello disposto a vendersi per denaro. Nella terza e ultima parte i nostri protagonisti sono alla resa dei conti, non possono più sottrarsi ai sentimenti che vivono e sono costretti a d affrontarli.

La storia di Richard e Matthew vi entrerà nel cuore e vi ritroverete a girare pagina dopo pagina per la voglia di sapere cosa l’autrice ha riservato per questo amore.

 

Buona lettura Milena

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA