Recensione “Sulla buona strada” di M.J O’Shea

 

 

 

 

 

 

Quando l’uomo con cui sta da dieci anni lo lascia la sera del suo trentesimo compleanno e annuncia dieci ore dopo il suo fidanzamento con un ventiduenne, Angus è affranto, per non dire peggio. Trascorre intere giornate a letto, si ubriaca tutte le notti e finisce col perdere sia il lavoro che l’appartamento in cui abita. Il suo migliore e più vecchio amico, Reece, decide quindi che è ora di intervenire e di cambiare aria.

Reece e Angus partono insieme per un viaggio attraverso gli Stati Uniti. Non hanno un itinerario prestabilito; partono e basta. Ad Angus ci vogliono un paio di giorni per rispondere al suo amico con qualcosa di più che grugniti, ma alla fine si apre. I due guidano, parlano, si leccano le ferite, piangono, a volte bevono un po’ troppo, ballano, fanno nuove amicizie… e da qualche parte tra la Portland dell’Oregon e la Portland del Maine s’innamorano.

Ed è l’ultima cosa al mondo che Angus si aspettava.

Angus è alla soglia dei 30 anni. Una relazione stabile da 10 anni e un migliore amico etero da una vita, Reece.

Quando però il fidanzato in questione lo lascia, proprio il giorno del suo compleanno, e si fidanza qualche giorno dopo con un altro, Angus crolla. In poco tempo allontana Reece, mentendogli e dicendogli che è preso con il lavoro, beve fino ad essere sempre ubriaco e perde il lavoro.

Ma Reece è molto più dell’amico etero, anche se non può certo rivelarlo ad Angus. Quando si accorge dello stato in cui versa il suo migliore amico decide di portarlo a fare un viaggio. Solo loro due, così che Angus ritrovi la voglia di vivere e dimentichi il suo ex.

Il viaggio attraverso gli Stati Uniti ricorda ad Angus quanto lui e Reece siano legati da sempre, gli farà comprendere che il suo ex non era decisamente l’uomo giusto per lui e gli farà capire che forse, l’uomo che ha sempre amato non è proprio il suo ex quanto invece il suo migliore amico…

 Devo dire che nonostante la storia d’amore vera e propria tra Reece ed Angus sia solo alla fine, ho apprezzato particolarmente questo racconto. Perché non è solo la storia di un amore, ma anche quella di una bellissima amicizia. Reece tra i due è il personaggio che ho preferito. È innamorato da sempre di Angus ma non si è mai azzardato a fare un passo avanti per far capire all’amico cosa prova. Ha lasciato che vivesse il suo amore e ha continuato a dargli il supporto di un amico prezioso.

Bello anche il tragitto che Angus e Reece fanno, ogni tappa ci fa scoprire un luogo e ci porta allo scoperta di questi due uomini e di ciò che li lega.  Una narrazione fluida e piacevole, mai noiosa e lenta.

Sicuramente consigliato.

Sensualità: Recensione: Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA