Recensione “SOGNO PROIBITO” di Nicole Grauso

 

 

 

 

 

 

Cheryl Nessman ha avuto tutto dalla vita: bellezza, sensualità, intelligenza, ricchezza. È per questo che è diventata una principessina viziata abituata a prendersi tutto ciò che desidera. Tutto, tranne lui: suo fratello, colui che le fa battere forte il cuore senza però accorgersi di lei.

Jack Nessman è il tipico ragazzo americano benestante e di bell’aspetto: vive in una confraternita, fa parte della squadra di football del college, ed esce con una modella. Le donne non gli mancano e lui non si lascia sfuggire le occasioni che la vita gli offre. Tuttavia, c’è una sola persona con cui non vorrebbe proprio avere a che fare: lei, sua sorella. La ragazza più odiosa sulla faccia della terra, la stessa persona a cui prima era legato da un rapporto sincero e profondo, e che ora disprezza con tutto se stesso.

La scoperta sulla vera identità di Cheryl e le emozioni pericolose che inizieranno a provare, saranno le cause di un allontanamento. Tuttavia, i loro sentimenti si andranno intensificando, fino al punto in cui non sarà più possibile nasconderli, nemmeno a se stessi.

Romanzo molto carino che si legge in una serata o sotto l’ombrellone.

Premetto che amo molto i new adult e ne ho letti parecchi, così come ho letto diversi romanzi in cui c’è una parvenza di incesto giusto per mettere un po’ di pepe alla lettura. Nel nostro caso i due protagonisti Jack e Cheryl però sono sì fratelli ma sanno, dall’età di 11 anni, che lei è stata adottata e quindi tutta l’impalcatura di possibili accuse peccaminose decade già dalle prime pagine.

Ho apprezzato i battibecchi fra i protagonisti come il loro rincorrersi, prendersi e lasciarsi che coinvolge sicuramente e fa sognare. Si sente la volontà di stare lontani proprio per la situazione familiare, al contempo quando l’amore chiama non si può fare nulla per contrastarlo, soprattutto se non si vuole.

Il romanzo non ha grandi spunti originali né raggiunge alte vette nella scrittura tuttavia – e qui apro una parentesi perché un buon editor potrebbe dare una svolta molto positiva, con consigli e accorgimenti – la storia è carina, leggera, adatta ad una lettura veloce e moderna.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA