Recensione “SFIDE PERSONALI” di KC Wells

 

 

 

 

 

 

Will e Blake non potrebbero essere più felici. Hanno avuto un secondo figlio, Nathan, così ora anche Sophie ha finalmente il fratellino che tanto desiderava. Ma non tutto a casa Davis si svolge all’insegna della beatitudine. La dura realtà è dietro l’angolo, e cambierà le vite di tutti.

Rick e Angelo sono stufi marci di organizzare il matrimonio. Fosse per loro si sarebbero già sposati, ma la madre di Rick ha le sue idee, che sembrano diventare sempre più invadenti.

Angelo vede le nubi all’orizzonte: sarà difficile coniugare un matrimonio tradizionale italiano con l’essere una coppia gay. Anzi, probabilmente sarà impossibile.

Quando riceve la chiamata da parte del suo primo ragazzo, Ray, in fin di vita a causa dell’AIDS, Colin decide di prendere un periodo di aspettativa per trascorrere del tempo con lui. Ed, il suo compagno, è felice che Colin abbia un cuore così grande, ma questa generosità rischia di mettere a dura prova il loro rapporto. Eppure, non può fare altro che restare accanto al fidanzato e sostenerlo in tutti i modi possibili.

Sembra che, col passare dei mesi, tutti e sei avranno più che mai bisogno degli amici per andare avanti…

Capitolo finale della serie che va letta tutta per poter apprezzare a pieno l’epilogo.

Tre coppie di uomini alle prese con problemi diversi e di diversa intensità. Will e Blake alle prese con la maternità, sono al secondo figlio da madre surrogata. L’essere genitori è meraviglioso, ma porta anche molto impegno e sacrificio e anche il mettere da parte un po’ di intimità.

Rick e Angelo invece sono alle prese con l’organizzazione del loro matrimonio e devono discutere e combattere fra i desideri della madre che vorrebbe una cerimonia tradizionale cattolica e la realtà dei fatti. Una coppia gay, deve in un certo senso, accontentarsi di altri tipi di cerimonie.

Infine Ed e Colin coppia felice che viene travolta dal ritorno del primo amore gravemente malato di Aids che chiede aiuto e Colin si dimostra essere un uomo di grande cuore e compassione, sostenendo la sua vecchia fiamma a discapito però dell’attuale compagno.

Insomma, situazioni ben diverse fra loro, forse anche tanta, troppa, carne al fuoco. Chi ha amato queste coppie sicuramente sarà felice di conoscerne gli sviluppi dopo diversi anni, anche se io in genere, non amo particolarmente gli strascichi di buoni romanzi. In questo caso comunque, le varie storie sono state affrontante in maniera corretta e approfondita e si sono mescolate fra loro coinvolgendo a turno gli altri protagonisti.

La scrittura è buona, fluida e ricca di particolari.

Consigliato.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA