Recensione “Se mi vuoi, comprami” di Leda Moore

trama

Ci sono cose che i soldi non possono comprare.
Maya ha vent’anni e un passato tormentato alle spalle. Fa la squillo d’alto bordo a Seattle, ma ha delle regole ben precise e chi compra il suo tempo lo fa a caro prezzo. Dylan è cresciuto nella povertà e ha studiato e lavorato sodo per ottenere quello che ha. Per lui esiste soltanto il lavoro e la sua idea di amore si riduce al divertimento di una sola notte. Le loro strade sono destinate a incrociarsi la sera di Capodanno, quando una forza travolgente li spinge l’uno nelle braccia dell’altra. La passione brucia gli animi e travolge ogni barriera, ma riuscirà a tenerli uniti per sempre?

recensione

Mi ritrovo a recensire questo libro, ammetto che al primo sguardo la copertina mi aveva lasciata perplessa… la donna in rosso mi riportava ad altre memorie distraendomi dalla trama del libro.
C’è da dire però che il detto: ”non giudicare un libro dalla copertina “ è calzante in questo caso.
Queste pagine le ho divorate in maniera patologica, come se la mia sete di proseguire questa storia non potesse venire appagata.
Maya è una ragazza che ha subito una violenza, il cui trauma l’ha segnata impedendogli di avere nei riguardi dell’amore un rapporto spontaneo e sincero. Il trasferimento della sua famiglia in un altra città fu la causa di problemi finanziari che portarono il padre all’alcolismo, causa in seguito della sua morte, lasciando Maya e la sua mamma piene di debiti. Così Maya, scrittrice e disegnatrice di favole per bambini, si trova a dover assumersi una grossa responsabilità: quella di occuparsi della mamma malata di cuore e ignara della doppia vita della figlia.
Perché Maya è anche una escort di lusso, che si concede solo ad altissime cifre e a prestabilite condizioni.
Maya è una prostituta glaciale, che sa fare bene il suo lavoro anche se lo fa solo per necessità. Si troverà davanti ad un nuovo cliente: un uomo potente e ricco che ama conquistare le donne e non comprarle.
Cosi inizia una nuova sfida per Dylan e nuove sofferenze per Maya, la quale vedrà piano piano crollare quel muro che la proteggeva dalle sue sofferenze, un muro che si innalzerà spietato intorno a Dylan.
Scritto in maniera divina, di un erotismo travolgente, è un’esplosione di colpi di scena e di emozioni forti. Mi è piaciuto molto come la scrittrice ci permette di ascoltare il pensiero di ogni personaggio, entrando così nel vivo di quelle sensazioni. Ho provato eccitazione ed entusiasmo, ho sentito il male allo stomaco nei passaggi sofferti di un amore così complicato e conflittuale. Mi sono ritrovata con le lacrime agli occhi quando Maya fa la sua scelta, quella di una donna coraggiosa pronta a ricominciare da capo con l’essenza vera del solo unico grande amore.
Non mi aspettavo una storia così travolgente, non avrei mai immaginato questo susseguirsi di eventi che mi hanno fatto sentire a volte Maya, a volte Dylan, a volte Matt.
È facile entrare in un personaggio, ma non è semplice riuscire ad entrare in ben tre personaggi, cosa che la scrittrice ha gestito con un talento strepitoso. La carica erotica di questo romanzo è intensa, dolce e aspra, un piacere misto alla sofferenza, intenso ,forte, e unico.
Sono presenti così tante sfaccettature dell’amore: da quello impossibile a quello incondizionato, passando per il possesso e l’affetto di chi ti vuole bene per ciò che sei non per ciò che fai.

Sensualità:

4 cuori rosso

Recensione:

FirmaMarinaB

Editing:

pandora

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA