Recensione “Ritorno a Piper’s point” di Ethan Day

20

 

 

 

 

Dopo dieci anni e diversi fidanzati, Cassidy Winters torna finalmente nella casa dei suoi avi appartenuta alla nonna Sadie Hart, da poco defunta, malgrado gli sforzi di suo padre per impedirglielo. I piani di Cassidy di dare l’ultimo addio a Sadie tramite una modesta cerimonia sulla spiaggia si dissolvono rapidamente. Si verificano diversi imprevisti, a partire da Neil, che esce dal mare per finire dritto nel suo letto. Le tessere del domino cominciano a cadere una dopo l’altra quando il cagnolino salvato da Cassidy lo porta da Ben, aitante veterinario che salva anche lui. La notizia del suo arrivo si diffonde più velocemente delle sue gambe, conducendo alla sua porta l’amico d’infanzia nonché primo amore Nate Sommers, mentre Cassidy precipita in una spirale sempre più incasinata. E come se l’isola non fosse già abbastanza affollata per i suoi gusti, i suoi migliori amici Ollie e Spencer arrivano in tempo per assistere al ritorno del suo ultimo fidanzato, Teddy, che non ci pensa proprio a fare l’ex.
Voleranno cazzotti e si scatenerà l’inferno tra mojito e martini mentre Cassidy progetta una grande festa per celebrare la vita di Sadie. Ci saranno accuse mirate, discussioni e libido a palate, ma nonostante il caos Cassidy sa esattamente chi vuole. Quel che ancora non sa è se è pronto per l’amore o per vivere a Piper’s Point.

Spesso i ricordi della nostra infanzia falsano brutalmente la realtà, proprio perchè gli occhi innocenti di un bambino ancora non sono allenati a distinguere ciò che li circonda realmente da ciò che vivono empaticamente con chi li circonda.

Tornare in un luogo che tanti bei ricordi ci ha dato può sembrare la cosa più semplice del mondo, ma lo è davvero?

Non lo è per Cassidy, che per tornare a Piper’s point deve fare  un grande sforzo, se da un lato quei luoghi sono scenari di gioia e felicità, dall’altro, sono una grande fonte di ansia per lui: Cassidy teme il giudizio della gente, sente il peso e la stanchezza della lotta sostenuta con il padre e l’ansia di reincontrare il suo primo amore mai realmente salutato.

Anche per Nate non è facile ricostruire un rapporto con il suo amico, nonché primo amore, Cassidy. Gli anni hanno segnato entrambi e le loro strade si sono divise da molto tempo. In più, da ogni parte e in ogni momento sembrano spuntare vecchi e nuovi pretendenti … che vita ha condotto sin’ora Cassidy?

La trama è interessante e ben sviluppata, non mancano i colpi di scena, i fraintendimenti e i sentimenti forti e spesso vittime di ricordi troppo ingombranti. Ottima la narrazione e il coinvolgimento del lettore nelle diverse sfaccettature caratteriali, nei sentimenti e nelle ansie, che porta spesso a simpatizzare con i personaggi. Interessante l’introduzione di un personaggio schietto e talvolta buffo, Olly, che da sostegno alle scene più comiche.

La presenza forte di nonna Sadie, sembra spesso rallentare la narrazione, ma in realtà ogni cameo a lei dedicato ha un suo perché ben collegato alla storia e ai sui sviluppi. Tutti noi abbiamo avuto “una nonna Sadie” nella nostra vita, e chi di noi ha avuto la sfortuna di perderla sa, come me, che la perdita è solo fisica. La sua essenza è sempre con noi e ritorna in tanti piccoli gesti che compiamo ogni giorno, in parole, modi di dire, canzoni che ci risvegliano puntuali un loro ricordo

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA