Recensione “Risvegliami” di C. Cardeno

trama

Considerato il più potente mutaforma da generazioni, Zev Hassick è sorpreso e confuso quando si scopre attratto dal suo migliore amico. Il suo molto umano, molto maschio, migliore amico. Un mutaforma deve accoppiarsi con una femmina della sua stessa specie per mantenere la sua umanità, quindi un mutaforma non può essere gay. Eppure tutto gli dice che Jonah è il suo vero compagno.

Mantenere una relazione con l’uomo che ha amato sin dall’infanzia non è facile per Jonah Marvel, ma non lascerà che la distanza o la bizzarra famiglia di Zev si metta di mezzo. Quando una strana malattia inizia ad affliggerlo, la necessità principale è salvare la propria vita e la propria sanità mentale per poter avere un futuro con Zev.

Zev e Jonah sanno di essere destinati a stare insieme, ma devono affrontare tradizioni radicate da generazioni e segreti a lungo sepolti che possono minacciare il loro futuro insieme.

 

recensione

Potevo io lasciarmi scappare una nuova uscita di uno dei miei autori preferiti? Ovviamente no! Quindi eccomi qui a parlarvi di Risvegliami. La prima cosa da dire è che ancora una volta Cardeno non delude.

L’autore unisce, in questo racconto, il gay romance al fantasy. Quel fantasy fatto di creature magiche come i mutaforma. Inutile dirvi che mi è bastata la trama per entusiasmarmi e, diciamocelo, anche la copertina ha dato il suo bel contributo.

Ma veniamo alla storia.  Zev è un lupo mutaforma. Fin da cucciolo è stato incredibilmente attratto da Jonah senza saperne neppure il perché. Non lo sapeva neanche quando, crescendo, è finalmente riuscito a conoscerlo nella sua forma umana. Non lo capisce fino a quando anni dopo lui e Jonah non si ritrovano a baciarsi e desiderarsi come mai prima. Ma Zev è il futuro Alpha del suo branco e non può certo prendere un uomo come compagno. Eppure Jonah sembra proprio essere il suo compagno predestinato.

Jonah è umano, non sa nulla sulla vera natura di Zev. Quello che sa però è che ne innamorato, e quando finalmente Zev gli fa capire di volerlo a sua volta la vita non può sembrargli più perfetta. Fino a quando non deve partire per l’università.

Iniziano così una storia a distanza con l’idea che resto si potranno ricongiungere. Ma qualche anno diventa molti anni. Fino a quando Jonah inizia a stare male e la sua malattia potrebbe non essere così umana…

Non aggiungo altro, perché non voglio rovinarvi la lettura. Vi dico solo che ancora una volta Cardeno merita di essere letto e che è impossibile non affezionarsi a Zev e Jonah e non sospirare davanti alla profondità dell’amore che da sempre li lega. Bello e con un bel colpo di scena che vi farà credere una volta di più all’amore predestinato.

 

Sensualità: cuori5

Recensione: Firmabriciola

Editing: mandy

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA