Recensione “RELEASE ME” The Music Within Vol. 2 di Faith Gibson

 

 

 

 

Quindici anni …

Per quindici anni Cade Anderson, batterista della famosissima rock band 7’Mistress, è stato innamorato del suo migliore amico, il cantante del gruppo. Anche se sono passati degli anni da quando erano amanti, Cade lo desidera ancora. Quando il suo migliore amico si innamora di qualcun altro, la vita per come lui la conosce, finisce. La band si scioglie e Cade deve capire come andare avanti …

Dieci anni …

Per dieci anni, Mal Wilson ha tenuto nascosto chi fosse veramente alle persone chiuse di mente di Arlo, Kentucky. La fattoria di famiglia si sta riducendo a nulla e il bar che possiede gli sta succhiando tutti i pochi soldi che gli restano. Quando è sul punto di perdere tutto, Mal deve capire cosa fare.

Tre mesi …

Per tre mesi, Cade ha bevuto e scopato in giro per lo stato, cercando di dimenticare il suo amico e amante di un tempo. Quando si ritrova in uno squallido paesino rurale nel mezzo del nulla, viene attratto dal bel cowboy che gli serve da bere. Qualcosa di quell’uomo lo colpisce internamente per la prima volta da anni.

Una notte …

Quando Mal finisce in una stanza d’hotel con il bell’uomo biondo che è rimasto seduto nel suo bar per ore, quello sconosciuto gli chiede una notte assieme. Quando Mal si sveglia, sa che una notte non sarà mai abbastanza, ma deve farsela bastare.

Due uomini …

Un musicista ricco e famoso, fiero della propria sessualità. Un cowboy povero in canna, che nasconde al mondo chi è davvero. Non funzionerà mai. O forse sì?

C’è una cosa che amo fare quando compro libri: leggere la dedica. Che sia un ringraziamento, una frase, una riflessione … non importa, devo leggerla, perché in quell’esatto momento dentro di me accade qualcosa: un brivido, una sensazione, a volte il nulla. La dedica mi connette all’autore, alla sua profondità, come una reazione chimica a pelle e, in qualche modo, capisco cosa aspettarmi in termini emotivi dalle pagine che leggerò:

 

“Questo libro è per chi sapeva che Cade si sarebbe potuto redimere prima ancora che lo sapessi io.

Come autrice, ti innamori di alcuni personaggi, mentre con altri non succede davvero.

Finché non mi avete chiesto di raccontare la storia di Cade, era così che mi sentivo … non davvero.

Ma una volta che ho cominciato a scriverla, mi sono innamorata sia di lui che di Mal.

Tutti meritano una seconda possibilità per redimersi e per amare”.

Bam!

Ho letto la dedica della Gibson due volte: la prima ha provocato un brivido lungo la schiena, la seconda ha accelerato i battiti del cuore! Non ho avuto bisogno di altro per capire che questo romanzo mi avrebbe rapita, regalandomi emozioni.

Non ho letto il primo romanzo della serie “The Music Within” dal titolo “Deliver me”, per cui non sapevo nulla di Cade:

“Chi era nel libro precedente? Perché non era amato dalla sua stessa creatrice? E come mai, invece, qualcuno ha richiesto un seguito proprio su di lui?”.

Con queste domande in testa ho cominciato la lettura. Trattandosi di una storia d’amore fra una nuova coppia, non ho ritenuto necessario leggere il primo volume, e devo dire che l’autrice è stata bravissima a colmare le lacune di chi, come me, era all’oscuro del passato del protagonista. Attraverso i ricordi e i dialoghi fra i personaggi del romanzo si deduce, infatti, che in precedenza Cade fosse un uomo molto incentrato su se stesso e non incline ad attirare simpatie fra le sostenitrici della storia d’amore nata fra Tag (suo ex fidanzato, migliore amico, e cantante del gruppo rock 7’Mistress di cui entrambi facevano parte), e il bellissimo dottor Erik. Geloso? Perfido? Ferito? Immaturo? Sono tante le motivazioni dietro al suo comportamento ma, di sicuro, in “Release me” Cade ha una svolta. Già dalle prime pagine, nel tenero abbraccio che lui e Tag si scambiano, in quel “Ti voglio bene” carico di significati sussurrato da entrambi prima dell’ultimo concerto dei 7’Mistress, si nota un Cade più morbido, pentito delle sue azioni, ma ancora profondamente legato al ricordo dell’ex che non potrà più avere. Il futuro gli appare incerto, senza speranze particolari, e l’unica cosa a cui può aggrapparsi è ancora una volta la musica. Una sera, in un bar del Kentucky, incontra Mal e da quel momento qualcosa cambia: Cade comincerà a riflettere sul suo passato, sugli errori commessi, sul proprio egoismo e scoprirà un modo di vivere decisamente diverso dal suo. Per la prima volta, sentirà il bisogno di mettere da parte se stesso per aiutare gli altri e si renderà conto che i sentimenti provati in passato forse non erano così forti come credeva.

Due mondi differenti, due passati differenti, due diverse modalità di reagire alla vita …

Questo romanzo è davvero toccante e racchiude al suo interno un po’ di tutto: romanticismo, passione, tenacia, orgoglio personale, rivendicazione dei propri diritti, paure, rinascite …

Storie e personaggi sono descritti benissimo: se da un lato Cade è sempre stato abituato a prendersi ciò che voleva e a veder ruotare tutto intorno a sé, dall’altro lato, Mal è un uomo che ha dovuto lottare e scendere a compromessi per riuscire ad andare avanti nella vita. Ho provato affetto per entrambi i protagonisti e ho percepito esattamente le motivazioni dietro i loro comportamenti. Durante la lettura ho apprezzato particolarmente una cosa, a volte, nei romanzi, capita che i protagonisti tendano a perdere le loro unicità omologandosi caratterialmente mano a mano che ci si avvia alla conclusione della storia: questo in “Release me”non accade; la Gibson, infatti, ha saputo mantenere le personalità di entrambi i personaggi pur smussandone alcuni aspetti in risposta alle situazioni vissute.

E’ un libro che scorre via velocemente. Le pagine si susseguono una dopo l’altra attraverso un linguaggio fluido, scorrevole e immediato. I pov sono alternati. Sono presenti molte scene hot ben articolate che però non ho trovato né eccessive, né volgari, anzi! Dietro all’esplicito atto sessuale si percepiscono comunque i sentimenti che rendono tutto molto naturale.

Davvero una lettura consigliata.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA