Recensione “QUELLA PICCOLA LIBRERIA IN FONDO ALLA STRADA” di Camilla D’Amore

 

 

 

 

 

 

Elise vive a Mills, una cittadina inglese non particolarmente eccitante. Sfugge alla noia e alla solitudine curando con passione i fiori del suo giardino e lavorando in una libreria. La sua vita cambia all’improvviso quando incrocia Sefron Wyler, il nuovo vicino, schivo e taciturno. Basta uno sguardo, infatti, perché Elise e Sefron si riconoscano come simili. Avvicinarsi non sarà facile, ma ad aiutarli ci penserà un vecchio diario che Elise ha trovato per caso nella sua stanza: leggendo quelle pagine i due ragazzi rivivranno le vicende di un amore bellissimo, sbocciato cinquant’anni prima all’ombra degli stessi alberi che ora separano le loro case. Un amore non fortunato, segnato da un destino infelice. È possibile che la storia di quei due amanti si ripeta? Nonostante il sentimento che sta nascendo tra Elise e Sefron, su di loro aleggia infatti lo spettro di un segreto. Un segreto che Sefron custodisce e che lo tormenta, che ha interrotto la sua brillante carriera di violinista. L’amore inaspettato che è sbocciato fra loro riuscirà a liberare Elise e Sefron da un passato scomodo e doloroso?

Romanzo d’altri tempi. Chi cerca un rosa dinamico, veloce e spesso prevedibile è meglio che non inizi la lettura di questo, chi invece fosse alla ricerca di qualcosa di diverso, unico, dal sapore antico, dalla narrazione lenta e curata ma mai noiosa, e soprattutto ama le grandi storie d’amore è nel posto giusto.

Elise e Sefron sono solo all’apparenza due anime molto distanti e diverse fra loro. Lei vive in un’anonima e piccola cittadina inglese, lavora in una libreria poco frequentata e passa il suo tempo libero a fare giardinaggio e lavori a maglia. Sefron invece è uno dei più giovani e bravi violinisti al mondo, abituato alla vita agiata e al successo. Una malattia tuttavia lo costringe a ritirarsi dalla scena e curarsi in una piccola e sperduta cittadina inglese. Sì avete indovinato, propria quella in cui vive Elise. Inizia così una “convivenza” fra i due dato i loro giardini confinano e nascondono un romantico quanto drammatico segreto. Cinquant’anni prima due giovani si sono amati come loro adesso, lei romantica e lui musicista, lei piena di speranza e lui di contraddizioni e dubbi, ma la musica, e forse non solo lei, li ha separati.

Pian piano, pagina dopo pagina, ritrovando vecchi diari i due ragazzi impareranno a conoscere un amore nuovo sulla scia di uno antico. Commetteranno errori analoghi ma sapranno anche andare oltre.

Una narrazione fluida e coinvolgente, molto delicata e romantica, con punte di ironia in stile inglese, con momenti drammatici e svariati colpi di scena. Devo dire che amo molto le commedia classiche e questa me le ricorda molto per atmosfera ed episodi. Credo sia un gioiellino per chi sa trovare la sostanza che sprigionano le sue pagine.

Consigliato!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA