Recensione “Principessina” di Susan Moretto

 

 

 

 

 

Gabe Scott, la Principessina della scuola e unico gay dichiarato, e Zeke Zimmerman, il quarterback e capitano della squadra di football. Due persone opposte tra loro.
Eppure è proprio da Gabe che Zeke corre in cerca di aiuto per fare coming out.
Riuscirà Gabe a perdonare anni di bullismo e ad aiutare il ragazzo? E riuscirà a non innamorarsi di Zeke?

Gabe, la Principessina, e Zeke, il Quarterback. Non possono essere più diversi.

Anni di prese in giro e scherzi hanno reso Gabe diffidente verso Zeke e a Zeke non è mai passato per la testa di avvicinarsi a Gabe, di cercare di conoscerlo. Fino a quando non scopre qualcosa di se stesso, che sente di non poter dire nemmeno al suo migliore amico per timore di essere respinto, di essere trattato esattamente come tutti a scuola trattano Gabe. Ha bisogno di aiuto, di sostegno, per avvicinarsi e comprendere un mondo che non conosce ma di cui ormai sa di far parte.

Ed è proprio a Gabe che chiederà aiuto, scoprendo così che la Principessina è una persona a cui sarà davvero facile affezionarsi. Di contro Gabe, seppur restio inizialmente a dargli retta e ad aiutarlo, affamato d’affetto scoprirà che Zeke non è poi così male come persona.

A contorno della loro storia i personaggi secondari, Mason, il miglior amico di Zeke e Mery la sorella di Zeke.

Ero entusiasta di leggere questo libro perché, avendo letto dei precedenti lavori di questa autrice, mi aspettavo una bella storia d’amore di quelle che piacciono a me. Sì, quelle che ti lasciano con il sorriso scemo mentre leggi.

Non sono rimasta delusa e alla fine il sorrisino un po’ scemo e un po’ innamorato ce l’avevo. E’ difficile non affezionarsi a Gabe, impossibile non volergli bene e non provare il bisogno di proteggerlo quando l’autrice ci descrive le prese in giro e gli atti di bullismo, impossibile non volerlo abbracciare forte quando ci parla della cattiveria con cui i suoi stessi genitori lo trattano. Anche Zeke è un personaggio ben descritto e ben definito. Gli iniziali tentennamenti sul suo coming out sono spazzati via dal suo carattere deciso e dalla voglia di essere se stesso.

La loro è una storia d’amore dolce, che nasce pian piano, che mette prima radici nella fiducia e nel sostegno reciproco e questo mi è davvero piaciuto molto.

Sono delineati bene anche i personaggi secondari, soprattutto Mery. Forte, determinata a proteggere Gabe da tutto e tutti ma capace di fare un passo indietro appena si rende conto che il suo fratellino è pronto a spiegare le ali.

La scrittura è fluida e il libro si legge velocemente e con entusiasmo. Le scene d’amore sono poche ma dolci e ben scritte. Quindi, leggerlo sì o no? Sì, assolutamente sì. Perché è una storia dolce che si affaccia anche su una realtà che molti adolescenti vivono e lo fa con la delicatezza e la dolcezza di chi pian piano si avvicina all’amore.

 

Sensualità: 

Recensione: Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA