Recensione “Panni sporchi”-Un’indagine di Cole Mc Ginnis-V.3 di Rhys ford

 

 

 

 

 

 

Per Cole McGinnis, ex poliziotto diventato investigatore privato, ogni giorno presenta una nuova sfida che spesso comporta, purtroppo, sofferenza e morte. Claudia, la segretaria che gli fa da madre, si sta ancora riprendendo da un colpo d’arma da fuoco, mentre il suo ragazzo Kim Jae-Min, non ancora dichiarato, di punto in bianco si trova a dover ospitare la sorella adolescente. Nel frattempo, Cole affronta i suoi problemi di famiglia, in particolare quel misterioso fratellastro giapponese che il suo fratello maggiore, Mike, è deciso ad accogliere a braccia aperte.

 

Come se i suoi drammi personali non bastassero, Cole viene avvicinato da Madame Sun, un’indovina i cui clienti stanno morendo a una velocità allarmante. Lei è convinta che qualcuno li stia uccidendo e vuole che siano svolte delle indagini al riguardo, ma la polizia pensa che si stia immaginando tutto. Cole accetta il caso nella speranza di tranquillizzarla, ma si trova davanti a un nodo gordiano di menzogne e tradimenti in cui nessuno è chi dovrebbe essere, e la morte sembra l’unica carta presente nel mazzo dell’indovina.

“Tutto quello che mi fai è come un veleno di cui ho bisogno nel profondo… qualcosa di dolce, che mi spella vivo finché le ossa nude non mi fanno male per l’aria fredda. Ogni volta che mi tocchi, quando le tue mani sono su di me, io vorrei piangere e scappare via perché lo desidero così tanto.”

Vi erano mancati Cole e Jae? Beh, direi che sono tornati più appassionati e incasinati che mai.

Siamo al terzo capitolo di questa bellissima serie e ve lo devo proprio dire: migliora ad ogni libro. Se non avete letto i primi due volumi (Baci sporchi e Sporchi segreti) vi consiglio vivamente di rimediare perché vi perdereste una storia davvero avvincente.

Cole è sempre lo stesso, sempre un po’ in mezzo a guai e pallottole e sempre innamoratissimo di Jae, ma le cose tra loro continuano a non essere affatto semplici, soprattutto ora che Jae si ritrova a dover badare a sua sorella adolescente, anche se per Jae diventa sempre più difficile stargli lontano.

Cole accetta un nuovo caso, un’indovina lo assume per capire come mai i suoi clienti stanno morendo e deve gestire il nuovo fratellastro che è piombato nella sua vita. Un grande mix di elementi che si incastrano alla perfezione.

Il libro, come i precedenti, è strutturato davvero bene, la parte investigativa è ben trattata e di sicuro non annoia mai, anzi tiene alta l’attenzione e si arricchisce di elementi ad ogni pagina.

Ancora meglio è la parte introspettiva di Cole, le sue elucubrazioni mentali, il suo vissuto.

Un libro scritto benissimo che non manca di originalità, che ti fa ridere ma anche sospirare per quell’amore così contrastato.

Nell’invitarvi davvero a non perdere questa meravigliosa serie, vi lascio con una riflessione di Cole che ho trovato bellissima…

In quel momento seppi che l’amore era questo. Era allontanarmi dall’uomo che avevo davanti. Era voltare le spalle all’uomo che avevo spinto a urlare il mio nome e a pregare che lo prendessi più a fondo. Bisognava che me ne andassi, perché lui me lo aveva chiesto. E che io lo volessi o no, proprio perché lo amavo, bisognava che tornassi tra le ombre e scomparissi dalla sua vista.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA