Recensione “OSSESSIONE. Razze antiche Vol 6” di Thea Harrison

 

 

 

 

 

Essendo un’arpia, la sentinella Aryal è abituata ad avere a che fare con l’odio, ma Quentin Caeravorn riesce a suscitare in lei una rabbia ardente, completamente diversa da qualsiasi sentimento provato prima. Aryal lo crede un criminale e giura di sbarazzarsene non appena se ne presenterà l’occasione. E la sua ira incessante spinge Quentin al limite, portandolo a desiderare di liberarsi di lei una volta per tutte.

Per porre fine al conflitto, Dragos, il signore dei wyr, manda le due sentinelle in missione nella terra elfica di Numenlaur. L’essere costretti a lavorare insieme intensifica l’antagonismo tra Aryal e Quentin. Ogni scontro, però, scatena sempre di più la passione, che culmina in un confronto stupefacente.

Ma quando la loro ricerca rivelerà la presenza di un vero pericolo, Aryal e Quentin si troveranno a dover risolvere i loro problemi utilizzando un approccio diverso da quello fisico, prima che venga messo in pericolo l’intero territorio wyr.

Sesto volume della saga che ha il vantaggio di produrre romanzi autoconclusivi e quindi volendo non si e’ costretti a leggere tutta la serie ( anche se gli amanti del genere viste le capacità dialettiche dell’autrice non vorranno farlo.)

Thea Harrison è una garanzia. Scrive bene e questo è innegabile, i suoi fantasy sono sempre basati sulla mitologica classica ma ambientati ai giorni nostri e resi accattivanti  grazie ad una scrittura fluida, moderna e coinvolgente.

In questo sesto volume i protagonisti a mio avviso partono in sordina: dopo che l’autrice ci ha abituati a Dragos e compagnia, i giovani  Aryal e Quentin non li ho trovati allo stesso  livello. Eppure durante la narrazione i due protagonisti sono usciti fuori con i loro caratteri e si sono fatti amare. Forse proprio il loro essere imperfetti, o non troppo perfetti, li ha resi più umani anche se di umano hanno ben poco. Ed ecco che lo scontro , che all’inizio si fanno l’un l’altra nel momento di massimo pericolo per loro e per il regno dei Wyr,  viene incanalato in una lotta del bene sul male ed  i nostri eroi daranno il meglio di loro.

Un bel fantasy ma anche una bella storia d’amore e di passione, ben scritta e ben architettata.

Consigliato.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Eva

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA