Recensione “ODIO L’AMORE, MA FORSE NO” di Lidia Ottelli

 

 

 

 

 

 

Samantha è una donna in carriera, bella, autonoma e indipendente, e detesta le storie serie. Per lei, un vero e proprio spirito libero, solo incontri fugaci e “basta che sia bello”. Alessia, la sua migliore amica nonché socia in affari, la rimprovera spesso per questo suo modo di fare. Le cose però cominciano a cambiare quando Alessandro, il fratello di Alessia, ritorna dall’Inghilterra. Lui e Helen, la fidanzata inglese, si sono lasciati. All’improvviso, quasi come se fosse ossessionato da Samantha, Alessandro comincia a farle una corte spietata. Lei resiste per un po’, poi inevitabilmente cede. D’altronde come avrebbe potuto resistere al suo fascino e alle sue attenzioni? Alessia però deve rimanere all’oscuro di tutto. Quando erano piccole Samantha le aveva promesso che non avrebbe mai messo gli occhi su suo fratello, pena la fine della loro amicizia…

Romanzo molto carino, divertente, frizzante, da divorare in una serata e che ti lascia un piacevole sapore in bocca ma… c’è un ma, non mi è arrivato al cuore. In genere i romance richiedono una giusta dose di romanticismo o sentimenti che qui non ho trovato.

Premetto che non sono una di quelle che pretende la classica storia d’amore con l’incontro, l’innamoramento, le farfalle nello stomaco ecc, anzi amo essere sorpresa da quello che leggo e mi aspetto sempre qualcosa di originale che in effetti questo romanzo ha. E’ atipico e questo è un bene, è scritto in maniera fluida e accattivante, ha una struttura narrativa intensa e una storia ricca di eventi, colpi di scena, scenette ironiche e divertenti, ha una giusta dose di passione ed erotismo, l’unica cosa che manca sono i sentimenti.

Samantha è una donna moderna, in carriera e allergica ai rapporti duraturi, e su questo siamo d’accordo. E’ cinica quanto simpatica ma, nel momento in cui si innamora, mi aspettavo che il romanzo finalmente decollasse, che si iniziassero a provare emozioni che non siano solo il mero divertimento e poi … tutto svanisce così come svanisce l’amore. Insomma mi è mancato qualcosa che in questo genere di romanzi non dovrebbe mancare. Parere soggettivo ovviamente, il romanzo ha tutte le carte in regola, se non arriva non è detto che sia colpa di chi scrive anzi spesso è di chi legge.

Detto questo ho passato una serata piacevole e divertente e mi sento di consigliarlo a chi cerca una commedia brillante e divertente, sicuramente poco mielosa.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA