Recensione “NEMMENO PER UN SECONDO” di Fanny D.Ross

 

 

 

 

 

Emma ha ventitré anni e grazie a un’opportunità di lavoro sta iniziando una nuova vita. Dopo tanto tempo è riuscita a superare il rancore per quel tradimento adolescenziale che lui, il suo Deniel, le ha inflitto lasciandola sola. Lo amava e ha sofferto, ma è cresciuta, ha una vita e, anche se continua a pensare al passato, sembra esserselo finalmente lasciato alle spalle, almeno quel tanto per guardare avanti.

Adesso però, dopo otto lunghi anni, Emma si troverà catapultata oltreoceano, a Seattle proprio in quella città che le ha portato via Denny e tutte le sue illusioni. Non è facile trasferirsi così lontano, fare i conti con un fidanzato che non ama, ma la sua vita è fatta di compromessi e tutto sembra andare bene finché una sera, in un locale della Emerald city, il destino affonda le unghie strappando il fragile velo delle sue sicurezze. Denny è di nuovo lì, proprio davanti a lei ma non è più il ragazzino che conosceva. È arrogante, aggressivo, abituato a prendere le donne e a gettarle vie. È diverso, arreso e non vuole più niente dalla vita, almeno fino al momento in cui i suoi occhi incontrano di nuovo quelli di Emma e capisce che esiste almeno una cosa che vuole ancora: lei.

 

Un inno all’amore.

Per chi, come me, ama le storie d’amore travagliate, sofferte, estenuanti, dove l’amore però vince su tutto, allora questo romanzo è l’ideale.

Due giovanissimi innamorati vengono separati per via del lavoro del padre di lui che porta la famiglia oltreoceano lasciando i due ragazzi in balìa del mal d’amore.

Si sa che i sentimenti a 16 anni hanno un sapore diverso, più puro, incontaminato e sicuramente idealistico e la separazione forzata, che a volte si traduce nell’accettazione, in altri diventa quasi ossessione. Per evitare il trascinarsi lento del dolore dei propri figli le famiglie si accordano per staccarli brutalmente, mentendo a entrambi e nascondendo reciprocamente le lettere che uno scriveva all’altra causando ai due ragazzi un dolore immenso.

Il pensiero di essere stati abbandonati dopo le mille promesse scambiate ha segnato entrambi. Emma continua la sua vita, si diploma e trova lavoro e fidanzato eppure è apatica, nulla la interessa e nessuno riesce a scalfirle il cuore, vita piatta, semplice, sicura, ma senza emozioni o parvenza di felicità.

Per Danny invece le cose sono differenti: l’abbandono di Emma, la morte prematura del padre e del fratello in un brutto incidente che forse si sarebbe potuto evitare se avesse guidato lui l’auto finita fuori strada, i sensi di colpa e tutto il resto sono per lui troppo pesanti da sopportare ed entra in una spirale di sesso, alcol e droga che lo stordisce e lo logora giorno dopo giorno.

Eppure il destino non è d’accordo con questa separazione forzata e li fa incontrare di nuovo. Non sono più gli stessi, sono cresciuti, maturati, radicalmente cambiati ma al primo sguardo si ritrovano ancora innamorati.

Potrà l’amore vincere questa battaglia contro la vita stessa e i suoi errori?

Leggetelo…

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA