Recensione “MY DREAM IS IN YOUR EYES” di Antoinette Spiegel

 

 

 

 

 

 

Lara è una giovane ragazza vittima di un bullismo spietato e profondamente insicura. È da sempre innamorata di Manuel, suo coetaneo e compagno di scuola che però non sembra interessato a lei. Sarà un evento cruento e improvviso a segnare l’inizio di un profondo cambiamento interiore che le porterà amore, nuovi amici e una nuova consapevolezza di sé, assieme però a tanti guai e a qualcosa d’inaspettato.

«Voglio che tu sappia» dici iniziando ad avvicinarti lentamente a lui «che non ti lascerò andare così facilmente»

Non sai dire bene come, ma ti ritrovi avvinghiata a lui. E il vostro primo bacio è una delle cose più belle, passionali e vive che tu abbia mai vissuto; tanto che un brivido ti attraversa la spina dorsale e il petto e il cuore.

Protagonista di questo romance, oltre a Lara e Cameron, è il bullismo. Tema purtroppo sempre attuale, e forse anche in aumento, che coinvolge moltissimi ragazzi nel mondo. Le sfaccettature di questa piaga sono molteplici, dagli atti di pura violenza, alle prese in giro, fino al dilagante cyber bullismo.

In queste pagine viene trattato il bullismo classico, verbale e fisico, ai danni di una ragazza che nella vita ha già sofferto molto dopo la prematura perdita della madre a causa di un cancro incurabile. Timida, impacciata, chiusa nel suo dolore, Lara subisce le angherie e le prese in giro di molti compagni e soffre in silenzio o confidandosi con l’unica amica, una ragazza disabile.

Solo dopo un tentativo di aggressione le cose cambieranno per lei, intanto scoprirà l’amore nel ragazzo che la salva da due compagni che la picchiano e tentano di violentarla, poi arriveranno nuove amicizie e anche la voglia di riscatto. Prenderà coscienza del proprio corpo grazie alle lezioni in palestra di autodifesa, e anche alle prime carezze romantiche ed erotiche che la faranno diventare donna. Le avversità per lei non finiscono e non finiranno, ma starà solo a lei prendere consapevolezza di ciò che vuole nella vita: se tenere sempre la testa abbassata e subire ingiustamente o fare qualcosa e combattere.

Un bel romanzo, una bella storia d’amore sofferta ma coinvolgente, un tema importante  trattato da molti punti di vista: della vittima, dei familiari, degli amici, della scuola, degli insegnanti e degli alunni.

Una scrittura diversa, originale, interessante e stuzzicante, seppur con qualche refuso da sistemare che ne penalizza un poco la lettura, ma nulla di trascendentale.

Consigliato.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA