Recensione “MANI DI FATA” di Agnes Moon

 

 

 

 

 

 

Salvato da morte certa da un potente membro del Consiglio Paranormale, Jim Preston è cresciuto in un’accademia ed è diventato un micidiale sicario. Il suo unico scopo è far rispettare la Legge e uccidere i trasgressori, finché un giorno non decide di risparmiare uno dei suoi bersagli. La missione è fallita e le conseguenze potrebbero rivelarsi disastrose, ma per la prima volta l’uomo si sente in pace con se stesso, nonostante grosse nubi si addensino sul suo futuro.

Quando trova un lupo ferito da un colpo di fucile, Eddie non può fare a meno di soccorrerlo e portarlo a casa. L’amore per i randagi è da sempre la sua più grande debolezza, per questo la villetta in cui vive è affollata di animali dai nomi più strani. Il nuovo ospite entra a far parte di diritto della strampalata Compagnia dell’Anello e viene chiamato Aragorn, ma purtroppo una volta guarito scompare, lasciando il ragazzo nella disperazione più profonda.

Un incontro “fortuito” con un uomo bello da spezzare il fiato risolleva il morale di Eddie, ma da quel momento il mondo non sarà più lo stesso e delle incredibili rivelazioni sconvolgeranno per sempre la sua esistenza .

Primo libro che leggo di questa autrice e forse, essendo questo il 4° capitolo di una saga, ho perso qualche passaggio fondamentale. Nonostante tutto però il romanzo è autoconclusivo e si legge bene anche senza aver letto prima gli altri volumi.

Ho trovato la scrittura molto originale, diversa dai soliti romanzi del genere fantasy, ironica, quasi irriverente, accattivante e molto particolareggiata. Una mano matura, esperta, che sa come muoversi.

La storia in sé è molto carina e ci si alterna fra il mondo dei licantropi con tutte le loro regole e organizzazioni alla delicatezza delle fate. Bello l’intreccio, intenso il rapporto d’amore che si instaura fra i due protagonisti Preston e Eddie, molto diversi fra loro eppure uniti da un legame nuovo quanto profondo e unico.

Ho amato sia la leggerezza di certi momenti, al punto da sembrare scenette comiche, davvero molto divertenti, ma ho altresì amato la drammaticità di altre scene, di scoperte inattese e di drammi violenti. Un punto va anche ai momenti passionali fra i due amanti, degni di un buon erotico, ma anche conditi con amore e dolcezza.

In complesso un buon romanzo che consiglio!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA