Recensione “MacRieve” di Kresley Cole (Gli immortali vol. 12)

trama

Uilleam MacRieve credeva di aver sepolto per sempre i fantasmi della sua infanzia, ma quando una tortura brutale gli fa rivivere quell’antica agonia, l’orgoglioso scozzese comincia a bramare l’oblio della morte. Finché non incontra lei, un’umana piena di vitalità e coraggio, che lo salva dall’abisso nel quale stava precipitando. Venduta come schiava, Chloe Todd viene offerta alle creature del buio ed è sicura che non sopravvivrà alla notte. Finché non la rivendica un malvagio immortale, che però ha negli occhi uno sguardo straziante e possiede un tocco che la fa bruciare di desiderio. Ma si può amare e temere qualcuno allo stesso modo? E riuscirà MacRieve a salvarla da se stesso?

recensione

Chloe e MacRieve.
Chloe: promessa olimpica della squadra di calcio femminile, rinominata “Piccolo T-Rex” da uno stuolo di fan adoranti, non ha idea di quale sia la sua vera natura. Pensa di essere una persona qualunque, una ragazza forte e determinata pronta a “farsela passare” in caso qualche intoppo minacciasse di non farle raggiungere il suo obiettivo. Farsela passare è il suo modo di risolvere i problemi: andare avanti a testa alta, malgrado tutto.
MacRieve: nome di battesimo William, ma solo il gemello Munro ha il permesso di chiamarlo Will, tutto il resto del mondo deve chiamarlo col cognome. L’ultima persona che lo chiamava col nome di battesimo è stata la donna che… No, di certo non farò uno spoiler. Diciamo che ha avuto un posto importante nella distruzione della sua sfera affettiva, nel passato, ed è stata la ragione per il quale MacRieve non va mai a letto due volte con la stessa donna: in fondo due è così tremendamente vicino a tre… Tuttavia è diventato un lottatore forte, temprato da anni di guerre e torture. Inoltre è deciso a vendicarsi dell’uomo che recentemente si è reso colpevole di averlo rinchiuso in una prigione per loreani e di averlo torturato ripetutamente, non ha digerito le ripetute vivisezioni da cosciente. Certe notti sogna ancora la dottoressa che tiene in mano il suo cuore palpitante, ancora collegato al petto dai vasi sanguigni… Potrà ottenere la sua vendetta grazie alla merce messa in asta dalla casa delle streghe: la figlia del suo maledetto aguzzino, una trappola perfetta per farlo uscire allo scoperto… Se non fosse che, appena la vede, si accorge che è proprio lei, la sua unica, perfetta, compagna riservatagli dal destino. In quanto sua compagna non gli importa di chi sia figlia, inoltre si rivela essere del tutto innocente, dato che non è nemmeno a conoscenza della sua natura loreana, non ha nemmeno idea di chi sia realmente il padre che lei stessa ha chiamato con un nome diverso per tutta la sua vita. Il suo clan lycae l’ha già accettata senza remore, anche prima di conoscerla a fondo. Perché è bella, simpatica e forte, un maschiaccio adorabile che sembra essere creato su misura per Will.
Se solo la sua natura immortale proprio in quel momento non si rivelasse essere l’unica cosa al mondo che lui non può accettare… Se solo fosse rimasta umana.
Perché l’avrebbe decisamente preferita morta, nel suo mondo ideale, piuttosto che viva, e succube.

Sensualità:

cuori5

Recensione:

pandora

Editing:

mandy

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA