Recensione “L’ARABESCO” (D’amore e d’Italia – Vol.2) di Pitti Duchamp

 

 

 

 

 

1821 – 1831 Firenze – Torino

Tra l’incantevole Contessina Alida Alabardi, toscana di padre piemontese, e il fascinoso Marchese Raffaele della Spada, suddito sabaudo con tendenze liberali, scatta da subito una scintilla difficile da tenere sotto controllo. Lei è giovane, appassionata di politica e fedele alla casata austriaca degli Asburgo Lorena che guida il Granducato di Toscana. Lui è un nobile furfante, una testa calda, consigliere personale dei Savoia che preme perchè avvengano dei cambiamenti decisivi in Piemonte. In un’Italia risorgimentale scossa da mille tumulti, tra i magnifici scenari di una Firenze ottocentesca e le ambizioni politiche di Torino, si snoda la storia d’amore di due intelletti affini, due anime che si appartengono.

Un omaggio alla Grande Storia dell’Italia, troppo spesso dimenticata, ricca di episodi grandiosi e personaggi dalle vite rocambolesche.

 

RECENSIONE DI CeCe

Secondo volume della serie “D’amore e d’Italia”, ambientato nel decennio che va dal 1821 al 1831, in un’Italia attraversata dai moti risorgimentali.

I protagonisti sono la giovane Contessina Alida Alabardi, cresciuta nel Gran Ducato di Toscana ma di padre piemontese, e l’affascinante Marchese Raffaele della Spada, piemontese doc dalle idee liberali.

Alida è una ragazza dallo spirito curioso e dall’intelligenza acuta, che si interessa più della politica del suo Paese che dei frivoli balli ma soprattutto la sua esistenza non ruota intorno alla scelta di un buon partito da sposare come avviene invece per le coetanee. Questo finché non si imbatte nel primo uomo che le fa battere il cuore e che le stuzzica la mente.

Raffaele però, è un noto libertino che non si è mai interessato all’amore e che ha altre priorità nella vita piuttosto che quella di sistemarsi. Fedele ai Savoia, ma con pulsioni liberali ben radicate nello spirito, è attivo nella politica e nel perseguimento dei suoi ideali.

Eppure l’amore germoglia, cresce e matura nei due ragazzi, investendoli in pieno, fino a sfociare nell’unione più totale ed appagante.

L’autrice ormai ci ha abituati alle sue splendide storie d’amore, ottimamente calate nell’ambientazione italiana del risorgimento e dei moti politici che ci fa vivere da spettatori, mentre imbastisce i moti del cuore dei due protagonisti.

Non mancano i colpi di scena, gli isterismi, le vendette, le arroganze degli invasori e i fantasmi del passato. Ma si sa, l’amore è sempre più forte di qualunque tempesta.

Un mix di storia e passione dosati in un perfetto equilibrio, una narrazione scorrevole, intensa e coinvolgente, una storia che appassiona in ogni sua pagina. Un romanzo e una serie da leggere assolutamente e una scrittrice da tenere d’occhio in futuro.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA