Recensione “La scoperta di Daniel” di Eli Easton

 

 

 

 

Il magnate della finanza Daniel Derenzo vive per il lavoro, fino a che il padre morente gli ricorda quanto la vita sia breve. Quando comincia a guardarsi intorno con occhi nuovi, fa una scoperta sconvolgente: sebbene abbia sempre pensato di essere etero si sente attratto dal suo socio in affari e miglior amico, Nick. Alla tipica maniera degli studenti più brillanti, disseziona i suoi nuovi desideri con l’aiuto degli esperti della clinica del sesso Expanded Horizons e punta Nick con la stessa feroce determinazione che gli ha fatto ottenere molti contratti d’affari.

Nick era stato innamorato di Daniel anni prima, quando erano compagni di stanza al college. Ma Daniel era etero e Nick aveva rimesso insieme i pezzi del suo cuore infranto sposando Marcia. Due figli e quattordici anni dopo, il loro matrimonio si trascina stancamente come una nave alla deriva. I figli, però, sono tutto per lui e teme che in caso di divorzio non potrebbe mai ottenerne la custodia congiunta. Se riuscirà ad affidare il suo cuore a un Daniel che si sta appena riscoprendo, forse tutti quanti sapranno trovare la strada del loro “vissero per sempre felici e contenti”.

 

 

Daniel è un magnate della finanza.

Daniel ha sempre tutto sotto controllo.

Daniel non si lascia trascinare dalle emozioni e non ne ha neppure il tempo. La sua vita è il suo lavoro. Poi, un giorno, il padre morente gli dice di vivere la sua vita e ogni certezza di Daniel inizia a vacillare.

Quando si ritrova attratto dal suo socio e migliore amico deve necessariamente capire se è gay e, soprattutto, se il suo migliore amico Nick potrebbe ricambiare i suoi sentimenti. Ma Nick è sposato e ha due figli. Il suo però è un matrimonio infelice.

Quando i due uomini si ritrovano insieme e riescono a dirsi quello che provano devono però affrontare la paura di Nick di perdere i suoi figli. Ma Daniel è determinato ad essere felice e la sua felicità è possibile solo accanto all’uomo che ama e ai suoi figli.

Confesso che questo libro mi è piaciuto molto. Non so perché, all’inizio mi aveva dato l’idea di essere un po’ noioso,  invece mi sono appassionata e l’ho letto con entusiasmo. Devo dire che Daniel, alla prese con il dottore nella clinica del sesso, mi ha fatto ridere più di una volta. Il romanzo è una bella storia d’amore ma anche un viaggio introspettivo nella mente di Daniel che si riscopre gay, la presa di coscienza di un uomo determinato che si ritrova spiazzato da queste sensazioni, ma che non si lascia spiazzare (scusate il gioco di parole) dall’amore che sa di provare per un altro uomo. Leggetelo e sono certa che non resterete delusi.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA