Recensione “La pratica rende perfetti” di Jay Northcote

 

 

 

Fare esperienza con il ragazzo della porta accanto sembra un’idea grandiosa… finché i confini non si sfumano. Dev, uno studente di fisica del primo anno decisamente geek, non ha nessuna esperienza sessuale ed è deciso a cambiare la situazione il più in fretta possibile. Dopo un brutto inizio nella residenza del campus, sta cominciando il trimestre estivo con dei coinquilini diversi e un nuovo piano d’azione. Ewan vive alla porta accanto. È giovane, libero e single, e non vuole che le cose cambino. Quando delle circostanze imbarazzanti li fanno incontrare, si offre di aiutare Dev in camera da letto in cambio di ripetizioni di matematica, e lui coglie l’occasione al volo. Mettono il segno di spunta alle righe della lista di Dev, ma quello che era cominciato come un perfetto accordo senza conseguenze si trasforma in qualcosa di più complicato, man mano che i loro sentimenti reciproci cominciano a crescere. Se intendono trasformare le loro lezioni sul sesso in qualcosa di più permanente devono prima capire che cosa provano l’uno per l’altro, prima di arrivare alla fine della lista di Dev. Questo è il terzo libro della serie Housemates. Ma è una storia autoconclusiva, e si può leggere anche da solo.

 

 

È in assoluto il primo libro che leggo di Jay Northcote, non so perché non l’abbia fatto prima, non ne ho idea, so solo che è stato un errore. Mi piace, dopo aver letto questo posso dirvi che mi piace proprio tanto il modo che ha di scrivere e di raccontare.

Bene, prima di passare oltre, voglio solo dirvi che pur trattandosi del terzo volume di una serie quello che è scritto nella trama è assolutamente vero. Anche se non si conoscono i precedenti romanzi possiamo benissimo leggere questo. Niente rimane in sospeso e in bilico tra il capire e il non capire. È tutto molto chiaro e lineare, non ci sono buchi temporali nella storia, ma soprattutto i personaggi sono caratterizzati così bene che sembra non siano mai stati nominati nei libri precedenti.

Detto questo veniamo a noi. Dev e Ewan, due ragazzi così agli antipodi che non ti aspetteresti mai che tra loro possa nascere del tenero, così diversi che li vedresti bene uno a nord e uno a sud. Una storia diversa, forse al limite della credibilità… Chi mai si presterebbe a far sesso per delle ripetizioni di matematica? Questo è quello che accade invece nel libro. I nostri protagonisti si danno ripetizioni a vicenda, che poi sia matematica o sesso questo non fa differenza. Così pensavano all’inizio della loro avventura, questo sicuramente si erano detti Dev e Ewan. Nessuno poteva prevedere, però, l’evolversi del loro rapporto…

Una storia che ti fa sorridere, una storia che è in grado di farti ridere e piangere allo stesso momento. Emozioni che i protagonisti cercano di nascondere e che invece vengono fuori prepotenti e disarmanti.

Una storia scorrevole che ti fa allontanare la testa dal marasma quotidiano, una storia in grado di riempirti il cuore e ridarti il sorriso.

Leggerò ancora di questo autore? Adesso che l’ho conosciuto la mia risposta è sì. Un romance divertente e appassionante. Una trama diversa dal solito che comunque riesce a rapirti la mente.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA