Recensione “La Maschera” di Teodora Kostova

 

 

 

 

Adam Fischer non crede nelle seconde opportunità. Quando il suo amante, Charlie, gli spezza il cuore lasciandolo per la sua carriera musicale a Los Angeles, si convince che la vita ha in serbo per lui nient’altro che avventure senza senso.

Finché il destino non spinge Penn Shields tra le sue braccia.

Penn è un giovane e talentuoso stilista che ha appena finito il college e ottenuto il lavoro dei suoi sogni, ovvero quello di assistente al guardaroba al teatro Queen Victoria, dove Adam si esibisce in un popolare musical.

È anche il fratello di Charlie.

L’ultima cosa che Penn vorrebbe è seguire le orme del fratello, soprattutto perché non si parlano, da anni. Nonostante questo, l’attrazione che prova nei confronti di Adam aumenta ogni giorno e, ben presto, tentare di resistere si rivela inutile.

Mentre Adam e Penn imparano a conoscersi più intimamente, entrambi si rendono conto che le prime impressioni possono essere ingannevoli e che , talvolta, possono portare con sé una seconda opportunità.

 

Troviamo Adam, famoso attore di teatro, triste per la fine del suo rapporto con Charlie, cantante, che ha deciso di andare in America per eseguire dei concerti, lasciando indietro Adam, senza ripensamenti.

Dopo qualche mese ritroviamo Adam sempre triste, malinconico e solo, anche se in realtà nasconde dietro ad una maschera la sua sofferenza, sofferenza che lui reputa anche un problema pensando di soffrire di depressione e bipolarismo come ne soffriva la madre.

Adam è anche furioso con Fenix, reo di aver lasciato Jared per correre dietro alla fama di Broadway qualche anno prima (nel libro precedente, Ballando), non si fida di lui, ha paura che lascerà di nuovo Jared e teme per lui l’ennesima delusione.

Troviamo Penn, giovane assistente costumista del teatro, che sconvolge Adam a prima vista, non solo per la sua bellezza, ma anche per la somiglianza con Charlie; infatti scoprirà che sono gemelli, e ciò che ferisce entrambi è che Charlie non gli ha mai detto di avere un gemello.

L’attrazione tra loro è immediata ma ambedue sanno che non porterebbe a niente di buono, perché Penn penserebbe solo di essere un sostituto, e poi non vuole compromettere il lavoro che ha faticato tanto ad ottenere.

Ambedue feriti nel passato, questa volta decidono di reagire, anche grazie al carattere di Penn molto calmo e riflessivo, proprio ciò di cui in realtà ha bisogno Adam, sempre cupo e sull’orlo della depressione. Tra loro s’instaura un bel rapporto di amicizia e un’intesa sessuale quasi perfetta.

Ci sono alti e bassi, situazioni pericolose ma che affronteranno e supereranno. Vediamo anche se tra l’amico di Penn, Riley, e Sonnie nascerà qualcosa…

A mio parere l’unica nota stonata è la fine un po’ frettolosa, per il resto è un libro davvero intenso, piacevole e intrigante, le scene hot ci sono e sono descritte in maniera molto sensuale, troviamo anche momenti di commozione e di divertimento.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA