Recensione “La leggerezza del principe” di Leta Blake

 

 

 

 

 

Maledetto sin dalla nascita dalla mancanza di gravità fisica ed emotiva, il Principe Efrosin non riesce a tenere i piedi per terra o la testa fuori dalle nuvole. Abituato a prendere la vita alla leggera non ha mai sperimentato l’amore e la lussuria.
Un giorno fatidico, l’esile legame con la terra viene reciso e lui vola via, nel vento. Viene salvato da Dmitri, un giovane e bellissimo boscaiolo, colpito lui stesso da una maledizione, e i due sconosciuti si ritrovano irresistibilmente attratti l’uno dall’altro. Sperimentano per la prima volta il sesso e l’amore, e si tuffano in una relazione sensuale e appassionata.
La strega cattiva, che ha gettato su di loro l’incantesimo, sta meditando la sua ultima vendetta.
Efrosin e Dmitri devono combattere per trovare il loro finale da favola e vivere per sempre felici e contenti.

Geniale, questa è la prima cosa che ho pensato subito dopo aver finito il libro. Una favola, una favola per adulti che inesorabilmente ti riporta indietro di tanti anni, a quando qualcuno le leggeva per te e aspettavi con ansia il tanto atteso “e vissero per sempre felici e contenti”.

Mi sono letteralmente mangiata questo libro, perché per tutta la sua durata ho sognato come non mi capitava da anni. Non inizia con “c’era una volta”, ma l’effetto che ha avuto su di me è stato lo stesso.

Efrosin e Dmitri, i due protagonisti di questo libro, ti entrano nel cuore sin dalle prime pagine, ognuno di loro per motivi diversi, ma ugualmente belli. Efrosine e la sua leggerezza, Dmitri e la sua solitudine non potranno non farvi effetto.

In questo libro, non manca niente, ma proprio nulla, c’è l’amore, c’è la favola, c’è la strega cattiva, come in tutte le storie che si rispettino, e infine, c’è quello che ognuna di noi vuole. La felicità dei nostri compagni di lettura.

Ben tradotto e curato come non succedeva da un po’, per cui la cura del libro ha aiutato notevolmente questo risvolto ancor più positivo nel mio giudizio.

Se volete passare anche voi un pomeriggio con la testa tra le nuvole, aggrappatevi a Efrosin e lasciatevi trasportare dal vento.

Sensualità: Recensione: Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA