Recensione “La dolcezza può far male” di Daniela Volontè

 

 

 

 

 

 

Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.

Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio.

Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…

Letto d’un fiato. Leggero, dolce, romantico, ma anche rude, forte e drammatico.

Ho amato questo romanzo, anche se ammetto che non mi ha fatto battere troppo forte il cuore perché la storia è davvero delicata e narrata con uno stile unico, molto elegante e dolce, tuttavia apprezzo sempre i romance che non parlano solo di personaggi inarrivabili e che probabilmente esistono sono nelle favole, ma di uomini e donne normali, con problemi, anche seri come in questo caso dove si tocca una patologia molto particolare quale il diabete giovanile.

Cassandra è una ragazza come tante altre, con un lavoro, degli amici, degli amori alle spalle, che sembra timida e insicura ma che nel corso della storia tira fuori una determinazione e una forza che nessuno poteva immaginare, non è quindi l’ochetta figlia di papà che pensa solo a trucco e parrucco e ad accalappiare il maschio Alpha di turno.

Gabriele, dal canto suo, potrebbe benissimo incarnare il ruolo del maschio bello e dannato, perché effettivamente è un uomo molto affascinante ed uno scrittore di successo, e invece vive quasi rintanato in casa da tre anni, quando gli è stato diagnosticato il diabete e la sua vita, fisica e sentimentale, è drasticamente cambiata. Non può più fare quello che faceva prima, vivere di adrenalina e sport estremi, e neppure soddisfare le voglie della fidanzata che al primo spiraglio di libertà lo lascia senza ripensamenti. Eppure non è un uomo finito e sconfitto, sta solo vivendo una fase, abbastanza lunga, di riflessione alla ricerca di se stesso, e sarà l’incontro con Cassandra, donna dolcissima e vera, che lo aiuterà nel percorso di autostima volto a riprendere in mano la propria vita.

Narrazione fluida e decisa, da vera maestra del genere, storia interessante e coinvolgente, personaggi veri, come potremmo essere noi, i nostri amici o i vicini della porta accanto. Da leggere per emozionarsi e riflettere sui valori della vita.

SENSUALITA’: 

RECENSIONE A CURA DI:

EDITING A CURA DI: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA