Recensione “LA DEA DELLE CREME” di Amanda Libling

 

 

 

 

 

 

Romanzo breve (76 pagine) – La doppia vita di Kristine, autoritaria direttrice per tutti e docile schiava di Emma, la sua giovane amante.

Kristine, manager single e autoritaria, viene sedotta da Emma, studentessa in tirocinio nella sua ditta. La giovane, cresciuta con una madre alcolizzata e abituata a essere l’adulta di casa, sottomette man mano la matura amante con la magia delle arti erotiche. Fino a quando?

 

Racconto breve ma intenso che ci narra la storia di passione e amore fra due donne molto diverse fra loro.

Kristine è una donna di mezza età che viene da una buona famiglia e che negli anni ha fondato una sua azienda cosmetica che l’ha portata al successo e all’affermazione professionale facendo di lei una donna amata e ammirata. Ha avuto molti uomini, ha anche due figli ormai grande che hanno lasciato il nido e lei si ritrova sola.

Emma invece è una giovane studentessa che viene assunta per uno stage nella ditta di Kristine, all’apparenza timida e ingenua si rivelerà prima forte e determinata al punto da dominare l’autoritaria Kristine alla sua prima esperienza saffica, ma poi fragile e problematica.

Il racconto è prettamente incentrato sulla passione che scaturisce fra le due donne, una passione che inizialmente domina solo i loro corpi e i loro amplessi ma che ben presto sfocia in un gioca di forza, di dominio e di psicologia per poi sfociare in un delicato amore che deve farsi forza e imparare a camminare in un mondo complicata e rischia di non farcela.

Consigliato!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA