Recensione “Inseguire le stelle” di Ariel Tachna

 

 

 

 

 

Il ventenne Chris Simms riesce a malapena a mantenersi a galla. Dopo aver perso la madre e la casa, si trova a dover provvedere da solo a se stesso e al fratello minore. Quando è attaccato da un branco di teppisti omofobi, Chris pensa che la sua vita sia ormai giunta alla fine, ma viene salvato da alcuni uomini che lavorano in un allevamento di pecore della regione. La sorpresa di sentirsi offrire un lavoro è superata solo dallo scoprire che il proprietario e il sovrintendente della stazione formano una coppia gay.

Per Chris la stazione di Lang Downs è un sogno, che migliora ancora quando scopre che il ragazzo per il quale ha un debole è non solo gay, ma anche disposto a spassarsela un po’. Tutto sembra procedere al meglio, fino a che Chris non si rende conto che i suoi sentimenti per Jesse sono molto più profondi di quanto previsto dal loro accordo.

Jesse ama la vita randagia e passa di stazione in stazione, senza mai cercare qualcosa di stabile. Convinto che Chris sia troppo giovane e fragile per una relazione seria, decide di fare in modo che la loro rimanga una relazione occasionale. Tuttavia, posto di fronte al tipo di rapporto che lega il proprietario della stazione al suo sovrintendente, comincia a valutare la possibilità di fermarsi anche lui a Lang Downs; almeno finché non si accorge dei sentimenti che Chris nutre per lui e piomba nel panico. I due ragazzi dovranno quindi decidere se darsi un’occasione, possibilmente prima che la fine dell’estate li separi.

 

Che tenerezza… dopo aver letto il primo libro, pensavo che questo sarebbe corso via leggero senza lasciarmi più di tanto, e invece, mi sono sbagliata alla grande!!!

Il secondo libro della serie è stato se non meglio, ma bello quanto il primo.

Anche questo secondo capitolo si svolge a Lang Dawns, la stazione da cui prende il nome la serie. La cosa che ho apprezzato maggiormente è che, nonostante i protagonisti della storia siano diversi, vediamo anche crescere la storia del libro precedente tra Macklin e Caine. 

MACKLIN NON si era mai concesso di immaginare un momento come quello, quindi non si aspettava nulla, solo la profonda consapevolezza di quanto fosse giusto mentre Caine lo spingeva giù sul divano e lo baciava con passione, fermandosi più e più volte solo per sussurrargli: “Ti amo.” Non riuscì a dirlo a sua volta perché Caine non gliene dava il tempo, ma dentro di sé rispose a ogni singola dichiarazione, mentre paure che credeva solo assopite scomparivano definitivamente. La madre di Caine non avrebbe venduto la stazione. Caine non si sarebbe stancato e non sarebbe andato via

Jesse e Chris, i protagonisti, sono due ragazzi speciali, che hanno bisogno di amore e di affetto e, nonostante Chris sia quello che ha patito di più il suo essere gay, è Jesse che fugge spaventato dall’avere una storia e un ragazzo che lo ama!

 

Voleva Chris.

Il suo stomaco ebbe un sussulto e Jesse cadde in ginocchio. Tutto quello che aveva bevuto tornò fuori in una sola, disgustosa boccata. Vomitò a lungo, arrivando quasi a strozzarsi con la bile.

Aveva avuto Chris. Aveva avuto non solo il sesso ma anche l’amicizia e persino l’amore, e glielo aveva rigettato in faccia come se si fosse trattato di uno dei soliti incontri senza valore.

Un’altra ondata di nausea gli risalì la gola e vomitò ancora, con il sudore che gli scorreva lungo il viso. Non pensava di avere più nulla nello stomaco, ma il suo corpo la pensava altrimenti e, spasmo dopo spasmo, lo lasciava sempre più debole e tremante.

Aveva rovinato tutto.

 Quando finalmente Jesse capisce cosa si sta perdendo, la dolcezza e la tenerezza che sbocciano nel cuore ti faranno scendere anche qualche bella lacrima.

Penso di avervi fatto capire che ho adorato questo libro dalla prima all’ultima pagina e non vedo l’ora di mettermi a leggere il successivo!!!

 

Sensualità: 

 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA