Recensione “Inseguendo l’amore” di Terri E. Laine

 

 

 

 

 

 

Una notte… un bacio… un tocco… cambierà ogni cosa. La tragica vita familiare di Kelley Moore dovrebbe averlo reso un sopravvissuto. Ma quando questa viene stravolta nuovamente, i suoi piani per un futuro migliore sembrano irraggiungibili. Essere un giocatore dentro e fuori dal campo di football è tutto quello che conosce, fino a Lenora Wells. La bellissima ereditiera gli fa provare e volere cose che mai avrebbe pensato di poter avere. Lenora farebbe qualsiasi cosa per scappare dalla sua città, anche uscire con la persona sbagliata. C’è solo un problema: non riesce a smettere di pensare al bellissimo ma complicato ragazzo, con quegli occhi così singolari, che le fa sentire le farfalle nello stomaco e le fa mettere in discussione le sue scelte. Quando le loro vite si scontrano, il mondo cambia e non in loro favore, ma quattro anni dopo, al college, con davanti un’altra realtà, e una seconda possibilità per ottenere qualcosa di meglio, dovranno fare i conti con i loro errori e non sarà semplice perdonare. Lei non è più la ragazza di un tempo e lui è l’unico ragazzo che lei non è mai riuscita a dimenticare. Kelley è diventato un quarterback famoso, il ragazzo d’oro che non sbaglia mai, ma è interessato solo a diventare il suo eroe. Nonostante tutto, Lenora non può negare che lui le faccia ancora battere il cuore e farà di tutto per convincerlo a inseguire i suoi sogni.

Un bel new adult che tocca temi importanti quanto drammatici: la violenza domestiche, il rifiuto della famiglia, le scelte di vita.

La storia ci parla di Kelley un ragazzo segnato da una vita molto difficile, con un padre alcolizzato che spesso alza le mani sulla moglie e sui figli, un fratello morto in Afghanistan e una madre malata terminale di sclerosi multipla. Ammetto che se dovessi trovare un difetto a questa storia sarebbe quello di aver messo in campo troppi drammi; sono convinta che il troppo stroppia e in questo caso un evento doloroso in meno non avrebbe guastato alla narrazione, anzi.

Il nostro protagonista a soli 17 anni ha già un destino segnato, quello di bad boy, di scansafatiche come il padre, ma lui si ribella e darà prova di forza e di coraggio per riuscire ad emergere dallo squallore in cui è nato e cresciuto. Accanto a lui si affaccia la figura dolce e delicata di Lenora, ragazza che all’apparenza ha avuto tutto dalla vita: bellezza, salute e un buon tenore di vita, tuttavia non è tutto come sembra e le pressioni della famiglia per fare ciò che credono sia meglio per lei, anche nella scelta del fidanzato, la soffocano togliendole la libertà.

Una storia d’amore fra due ragazzi così diversi è impensabile eppure subito si vedono e si riconoscono come uno il salvatore dell’altra. Kelley per la prima volta trova la speranza di poter essere felice conquistando un angolo di paradiso e Lenora trova la pace e la libertà che non ha mai avuto solo con lui.

Due personaggi molto diversi eppure molto uniti, ben caratterizzati e resi concreti da una narrazione sicura, dettagliata e molto coinvolgente. Gli altri personaggi invece li ho trovati leggermente sotto tono nonostante siano spesso fondamentali per la storia.

Consigliato!

SENSUALITA’: 

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA