Recensione “Innamorata di uno sconosciuto” di Gail McHugh

trama

Loro due sono la tempesta che non ho sentito arrivare, sono il fuoco e l’acqua, il giorno e la notte. Sono diventati la mia dipendenza e non ho intenzione di oppormi».

Amber Moretti non se la passa troppo bene. Si sente sola e ha il cuore a pezzi. Ma appena mette piede nella mensa del campus universitario le cose cambiano. Basta un attimo, uno sguardo. Solo che gli uomini sono due, non uno. Brock Cunningham e Ryder Ashcroft sono all’apparenza l’uno l’opposto dell’altro. Brock è tenero, sensibile, sa sempre cosa dire, è il classico “bravo ragazzo”; Ryder è più rude, misterioso. Come ci si può innamorare di entrambi? Amber non credeva fosse possibile, ma decide di non opporsi, di lasciarsi andare. Almeno fino a quando un evento inaspettato non rivoluzionerà le vite di tutti e tre…

 

recensione

 

Devo ammettere che questo romanzo mi ha piacevolmente colpito.

La trama accattivante, i personaggi ben costruiti e le descrizioni dettagliate trascinano il lettore in un turbinio di colpi di scena.

Dolore, sesso e amore si miscelano perfettamente creando un cocktail di emozioni in grado di ubriacarti.

Tre vite complicate, tre passati difficili che necessitano di ritrovare pace, di rimettere insieme i pezzi sparpagliati di un puzzle.

L’autrice è stata in grado di creare una forte empatia tra i suoi protagonisti e i lettori.

Grazie al triplo punto di vista che si alterna nel procedere della storia, i sentimenti dei tre protagonisti vengono sviscerati sulla carta e diventano immediatamente del lettore.

“Loro due sono la tempesta che non ho sentito arrivare, sono il fuoco e l’acqua, il giorno e la notte. Sono diventati la mia dipendenza e non ho intenzione di oppormi”.

L’amore che i due uomini provano per Amber e quello di quest’ultima per loro è terribilmente intenso, quasi malato e descritto con una tale minuzia da riuscire praticamente a portarti a soffrire con loro per l’intensità perversa di quel sentimento.

Le scene di sesso sono descritte con grande ardore e sicuramente qualcuno potrà definirle volgari.

I termini utilizzati non sono certo dei più “puliti” ma, secondo il mio parere, un linguaggio più educato non avrebbe reso giustizia alle descrizioni.

Una sola critica posso muovere su questo romanzo, il tono eccessivamente depresso o eccessivamente sdolcinato che il racconto assume in alcuni punti.

Consiglio di leggere questo libro a chiunque abbia voglia di immergersi in una situazione complicata provando sensazioni forti.

 

Sensualità: cuori5

Recensione:

Editing: mandy

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA