Recensione “Infrangi il mio guscio” di K.A.Merikan

 

 

 

 

Dayton è sempre in orario al lavoro, sempre organizzato, sempre pronto a fare gli straordinari. Il perfetto receptionist-cameriere-uomo delle pulizie. Impiegato del mese. Ma Dayton ha un lato segreto. Un lato sporco, kinky e pieno di fantasie oscure che non dovrebbero mai vedere la luce del giorno.
Esplora il suo gusto per la sottomissione in un solo modo. Ha passato tre anni a scrivere lettere a Max. Condannato all’ergastolo per l’omicidio di tre uomini e con pochissime probabilità di tornare libero, Max è lo sfogo più sicuro per le fantasie frustrate di Dayton.
Solo che Max esce di prigione. Trova Dayton. E non è disposto ad accontentarsi di niente di meno di quello che gli era stato promesso nelle lettere. Peccato che Dayton sia tutt’altro che pronto ad accontentare Max. O se stesso, per quel che vale.

 

Un primo pensiero che mi viene in mente nel recensire questo romanzo è che l’ho trovato ricco dei più svariati sentimenti e sensazioni. Il linguaggio crudo nasconde una storia d’amore molto bella ma per nulla semplice. Non c’è solo l’amore in questo libro, c’è anche il bisogno di trovare un posto nel mondo, di accettarsi e di essere accettati. È il bisogno di avere una possibilità sia per Dayton che per Max, i nostri protagonisti.

Dayton è un bravo ragazzo e lavora sodo ma è un po’ sfigato e parecchio sottopagato. In apparenza è fragile e manca di fermezza. Ha un lato oscuro fatto di desideri sporchi e per nulla teneri. Una parte di sé che ha svelato solo a Max perché con lui può farlo, perché tanto lui e Max non si incontreranno mai, dato che Max è in carcere per omicidio. Con Max, Dayton si sente libero di esprimere le sue fantasie consapevole che una volta finita la fantasia, una volta scritta la lettera che gli invierà, tornerà ad essere il Day sfigato di sempre.

Ma quando Max si presenta nel suo alloggio, inaspettato, irruente e pericoloso, e dà vita a quelle sue fantasie, per Dayton inizia un percorso che non si aspettava di poter fare.

La loro storia non è priva di ostacoli e incomprensioni, soprattutto all’inizio, e forse per questo il suo sviluppo è ancora più bello. Ma entrambi ne hanno bisogno, entrambi hanno bisogno l’uno dell’altro per trovare qualcosa in più per se stessi e per il loro futuro. Vediamo una sensualità dura fondersi con un amore dolce e puro e la contrapposizione crea una storia davvero molto bella.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA