Recensione “INCANTATA. FROST TRILOGY Vol.1” di Terri George

 

 

 

 

 

 

A certi uomini è troppo difficile resistere, e Nick Frost è irresistibile: un Uomo con la U maiuscola; un Uomo che sa ciò che vuole e non si lascia fermare da niente pur di ottenerlo.

Mia James non è in cerca di una relazione stabile, tantomeno di un’avventura di una notte.

Gli sforzi di Nick per “corteggiarla” le danno solo la conferma che lui è un Playboy d’alto livello.
Nella mente di Nick le cose sono già fatte. Mia è la donna giusta per lui. Ma nella vita e in amore niente è semplice. Lui è disposto a concederle il suo cuore, ma lascerà che lei entri anche nei suoi pensieri? Si fiderà abbastanza per confidarle i segreti del suo passato?

Mia può lottare quanto vuole, ma la loro attrazione è fuori dal comune, la tentazione è troppa per poter resistere. La domanda è: può fidarsi e concedersi completamente a un uomo che ha così tanti segreti?

Un libro che ha del potenziale, un protagonista maschile che cattura, una storia molto carina, ma forse troppi clichè e un finale che, a mio avviso, delude le aspettative.

Vado per ordine. Mia è una protagonista molto interessante, una donna che ama il suo lavoro e lo fa bene, di bell’aspetto, brillante e con una storia d’amore durata ben 5 anni alle spalle da poco conclusa nel peggiore dei modi: il tradimento. Ma non è solo questo che ha ferito Mia, il suo ex ha dedicato tutto, troppo, al lavoro, l’ha trascurata e ha trascurato ciò che di importante dà la vita per perdersi dietro alla carriera e ai soldi. Mia ha il rigetto di persone così e di quel ambiente e per un po’ anche degli uomini.

Tuttavia nella sua vita entra Nick, un uomo ricco di fascino, tenebroso, dominatore, che la vuole, ed è disposto a tutto pur di averla. Mia tenterà invano di resistere, ma più lei tenta di allontanarlo più lui si avvicina.

Dal loro incontro, che è sicuramente intenso, non ho più trovato nulla di originale, la storia è molto carina, coinvolgente, molto passionale, ma già vista e rivista fin troppe volte. Troppe scene di sesso, scritte benissimo ma davvero tante, che a mio avviso vanno a discapito della narrazione che invece ha del potenziale ma langue, non decolla, anzi promette la rivelazione di chissà quali segreti e invece, anche nel finale, non ho avuto nessuna sorpresa. Peccato.

Lo consiglio perché rimane comunque una bella storia, ben scritta e frizzante anche se non l’ho trovato un capolavoro del mondo romance.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA