Recensione “(In)cancellabile – Un’estate con la band” di L.A.Witt

 

 

 

 

La band hard rock Schadenfreude è finalmente arrivata al successo, dopo diversi anni di tentativi. Con Aaron McClure come voce solista niente può fermarli… eccetto, forse, un’appassionata e segreta relazione tra Aaron e il bassista Bastian Koehler. Aaron sa fin troppo bene quali possono essere le conseguenze di una storia tra membri della stessa band. Il suo ultimo gruppo si era sciolto proprio per quel motivo e gli Schadenfreude vietano ai propri musicisti di uscire insieme per evitare ripercussioni sulle dinamiche della band. Ma Bastian è troppo sexy perché possa resistere e poi, se tra loro c’è solo sesso, cosa potrà mai andare storto?

Bastian è appena uscito da una lunga relazione con la sua irascibile ex-fidanzata quando Aaron cattura la sua attenzione. Il cantante è irresistibilmente sexy e, nonostante i potenziali problemi che ciò potrebbe causare alla band, Bastian non riesce a frenarsi.

La loro passionalità a letto, però, è proporzionale all’ambizione come musicisti, e questa combinazione rischia di portarli non solo alla rottura, ma anche al declino degli Schadenfreude.

 

 

Dopo aver vissuto a Los Angeles, Araron ritorna a Seattle in seguito al crollo della sua vita sentimentale, e come conseguenza il fallimento della band. Intraprendere una relazione con un membro del gruppo aveva aggravato i problemi della coppia e dei musicisti; riuscire a separare le due questioni era stato difficile, quindi la band si era sciolta proprio nel momento del loro successo.

Gli Schadenfreude sono un gruppo rock emergente e alla ricerca di un solista, perché il loro cantante li aveva abbandonati poco prima delle serate programmate. La band è formata dalla sorella e dal fratello di Aaron e da alcuni loro amici; dopo un provino Aaron, che ha un talento naturale come cantante, è accettato nel gruppo.

Iniziano così i concerti programmati, e intanto tra Aaron e Bastian incominciano gli sguardi, lo sfiorarsi, e cercare di capire cosa stia succedendo tra loro.

Anche nella loro band vige il “divieto,” se vogliamo chiamarlo così, di intraprendere una relazione con un membro del gruppo ma, si sa, al cuore non si comanda e tra Aaron e Bastian si instaura una relazione segreta.

Naturalmente il disastro è dietro l’angolo….

Il libro è molto scorrevole, perché in alcuni momenti ti sembra di essere con loro ai concerti. L’unica pecca, a mio modesto parere, è rappresentata dalle scene di sesso… così tante che in certi casi ho dovuto saltare alcune pagine.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA