Recensione “Il sangue è il suo colore preferito” di K.A. Merikan

 

 

 

 

 

 

Quando dalla vita ricevi sangue, non ti resta che spargerne altro.

Tristo. Assassino professionista. Dio del sesso. In materia di uomini, ha gusti molto particolari.
Misha. Senza gambe. Terrorizzato dal mondo. Ha esaurito da un pezzo la fiducia nel prossimo.

Tristo è un killer assetato di sangue e la cosa non gli dispiace affatto. Gay in un mondo di centauri fuorilegge, è pronto a disfarsi di qualunque omofobo si azzardi a mancargli di rispetto. Vive di sesso occasionale, distruzione e spargimenti di sangue.

Tuttavia, dentro di sé, cova da sempre una brama inespressa che non può trovare appagamento. Quando per caso si ritrova a salvare il ragazzo più sexy mai visto in circolazione, capisce che non può lasciarlo andare; anche se questo vuol dire soffocare un uccellino dalle ali spezzate che incomincia appena a uscire dal nido.

Quando un uomo mascherato e coperto di sangue lo salva da una lunga prigionia, Misha non sa se ringraziarlo o pugnalarlo e tentare la fuga. Tristo non è il tipo di persona che accetta rifiuti, e il ragazzo teme di essere più in pericolo fra le sue grinfie che durante tutti quegli anni all’insegna di umiliazioni e violenze sessuali.

Per quanto spaventoso, però, Tristo è anche un animale di indubbio fascino e, quando scopre il potere che esercita su di lui, Misha si domanda se non valga la pena di provare a domarlo. Peccato che costruire un futuro insieme sia come mettere in piedi un castello di carte, se alle calcagna si ha un pazzo come Zero, il signore del crimine che ha già distrutto una volta la sua vita.

Basterà la ferocia del centauro assassino a sterminare i mostri del passato di Misha?

“Sangue è il suo colore preferito” è stata una lettura nuova per me, non mi ero mai avvicinata a questo genere. La lettura è stata molto scorrevole, ambienti e descrizioni molto realistici.

Durante la lettura ho dovuto fare una pausa per fermarmi a riflettere su tutti i pericoli del web, su come possa cambiare la vita di una persona semplicemente con incontri sbagliati tramite i pc; avendo una bambina questa cosa mi ha fatto molto pensare.

I due personaggi, completamente diversi tra loro, sono molto ben costruiti. Il libro è finito ma ancora mi sembra di sentire il profumo delle giacche di pelle e il vento fra i capelli.

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA