Recensione “Il leone e il corvo” di Eli Easton

trama

Nell’Inghilterra medievale il dovere è tutto, l’onore personale vale più della vita stessa e l’omosessualità non è tollerata né da Dio né dalla società. 

Sir Christian Brandon è cresciuto in una famiglia che lo ha sempre odiato per la sua insolita bellezza e per le sue origini. Essendo il più piccolo di sei rozzi fratellastri, ha imparato a sopravvivere usando l’astuzia e le sue doti da stratega, guadagnandosi il soprannome di Corvo. 

Sir William Corbett, un imponente e feroce guerriero conosciuto come il Leone, sopprime i suoi desideri contro natura da tutta la vita. È determinato a incarnare il proprio ideale di cavaliere valoroso. Quando decide di mettersi in viaggio per salvare la sorella dal marito violento, è costretto ad affidarsi all’aiuto di Sir Christian. Il loro accordo metterà alla prova ogni briciola della sua fibra morale e, alla fine, la sua concezione di cosa significhino dovere, onore e amore.

recensione

Questo è uno di quei libri che difficilmente riesci a non amare: perfino un finale che potrebbe apparire quasi amaro è invece una conclusione degna per i protagonisti. Un “per sempre” che non lascia spazio a nient’altro che al vero amore, quello che porti con te e ti riempie il cuore, i sensi. L’essenza stessa della vita senza la quale puoi esistere solo a metà.
In un tempo dove amare un altro uomo è disdicevole, il leone e il corvo si incontrano e l’attrazione è immediata. Il corvo, Christian, sa che non può rischiare di farsi avanti, perché rischierebbe troppo se il suo interesse non fosse corrisposto. Il leone, William, giura a sé stesso che non offenderà mai il suo onore e quello della sua famiglia legandosi ad un uomo nonostante ne sia attratto intensamente.
Intraprendono un viaggio da soli per salvare la sorella di William, che però li avvicinerà inesorabilmente, e a nulla serviranno gli sforzi del leone di non avvicinarsi al corvo.
Ma un conto è amarsi nei boschi, dove nessuno può vederli durante quel viaggio in cui sono soli, un altro è affrontare il futuro ben sapendo che non sarà una relazione alla luce del sole.
Un matrimonio, l’astuzia del corvo e una landa desolata potranno essere la loro salvezza?
Ovviamente non vado a svelarvi di più perché questo è un libro da gustare dall’inizio alla fine, alla scoperta di questo amore che ha avuto il coraggio di rischiare pur essendo conscio della possibilità di poter perdere tutto, ma consapevole che la ricompensa sarebbe stata la felicità vera.
Sono certa che lo amerete come ho fatto io.

Sensualità:

3 cuori rosso

Recensione:

Firmabriciola

Editing:

pandora

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA