Recensione “Dove c’è fumo” di L.A.Witt

 

 

 

 

Anthony Hunter si chiede che diavolo gli è saltato in mente per accettare di condurre la campagna di un candidato inesperto perché venga eletto Governatore della California. Non appena incontra il bellissimo, carismatico – e sposato – politico, l’attrazione si scontra immediatamente con la sua solida professionalità, e Anthony si rende conto di trovarsi in una situazione molto difficile.
A Jesse Cameron non piace l’idea di presentarsi come un candidato retto e felicemente sposato, ma suo zio, ex senatore, insiste col dire che questo gli darà un vantaggio sul suo rivale. L’unico problema è che il matrimonio di Jesse è finito, ed esiste solo per mantenere intatta la sua facciata eterosessuale. Oh, e poi c’è il piccolo dettaglio che riguarda la sua innegabile attrazione verso l’estremamente sexy campaign manager. O il fatto che quell’attrazione sia molto, molto reciproca.
Non ci vuole molto prima che la tentazione esploda in una rovente relazione segreta ma, sotto il microscopio dei media e lo scrutinio del pubblico votante, Anthony e Jesse riescono a nascondersi solo fino a un certo punto.
E questo è uno scandalo al quale una campagna non può sopravvivere…

Jesse vuole diventare governatore. Vuole giocare pulito e fare una campagna onesta. Ha una personalità forte e determinata e obiettivi chiari, ma anche nella sua vita i segreti non mancano. In apparenza felicemente sposato, il suo matrimonio è in realtà una copertura. Una copertura che non pesa fino a quando non mette gli occhi su Anthony, l’uomo che suo zio ha scelto per organizzare la sua campagna elettorale.

Il fatto che Anthony ricambi il suo interesse promette di portare solo enormi problemi. Ma l’attrazione è forte e ben presto si trasforma in qualcosa di molto più profondo che si avvicina pericolosamente all’amore.

Una relazione segreta in piena campagna elettorale non è l’ideale, soprattutto quando Jesse ha messo in primo piano il suo matrimonio, definendolo solido e esibendolo come punto forte che evidenzia il suo impegno e la sua onestà.

Ma dietro i riflettori la situazione è ben diversa, i segreti portano frustrazione e problemi e c’è chi rema contro per perseguire i propri interessi.

Devo dire che questo libro mi è piaciuto. È abbastanza lungo e a tratti è forse stato un po’ ripetitivo e lento ma nel complesso è una storia ben congegnata. L’amore di Jesse e Anthony è molto intenso e quell’intensità traspare in tutto il libro, soprattutto nei momenti in cui i protagonisti si ritrovano a desiderarsi senza potersi toccare. Le scene di sesso sono presenti ma non descritte in maniera troppo approfondita, anche se non mancano di farci sentire quanto sia profondo il desiderio che Jesse e Anthony provano l’uno verso dell’altro.

Lettura consigliata, anche grazie ad uno stile piacevole che facilita la lettura di un argomento come la politica che può apparire, per alcuni, pesante e poco congeniale.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA