Recensione “DITA COME FARFALLE” di Rebecca Quasi

 

 

 

 

 

Londra. 1818.

Per Lady Caroline Webster, figlia del duca di Clarendon, è naturale sposare per convenienza James Cavendish, duca di Rothsay. E non trova nulla di anormale nemmeno nell’essere del tutto ignorata da lui dopo le nozze. Del resto, unico scopo della loro unione è il mantenimento del casato e il concepimento di un erede, obiettivo che richiede sporadica e taciturna applicazione.

Il tranquillo menage precipita quando, in seguito a un aborto spontaneo, Caroline scopre che suo marito non è l’uomo freddo e posato che si è sforzato di apparire.

 

RECENSIONE DI CeCe

Primo libro che leggo di questa autrice e sono certa che non sarà l’ultimo. “Dita come farfalle” è un bellissimo romance storico che fa arrabbiare, per non dire altro, commuovere, sperare e battere forte il cuore.

Finito da pochi minuti e sono ancora in pieno trambusto sentimentale. Mi è piaciuto parecchio e voglio dirlo. Adoro il genere storico, però a furia di leggerne le somiglianze fra uno e l’altro stancano, in questo caso invece sono stata sorpresa e coinvolta come mi capita raramente.

Forse perché non vengono seguiti i canoni del romance storico: incontro, innamoramento, qualche battibecco e il classico lieto fine. Qui si parte dalla fine, da un matrimonio combinato, freddo e privo di quel sentimento che noi lettrici compulsive tanto agogniamo.

Si stenta addirittura a credere che nonostante questa unione sia partita male, riesca anche a peggiorare. Il cuore del lettore viene portato all’inferno, all’aridità, all’indifferenza, persino alla morte e solo dopo innumerevoli splendide pagine si inizia a intravvedere uno spiraglio di luce.

Non posso avventurarmi oltre perché non voglio togliere nulla al lettore, se non dire che in queste pagine nate dal freddo si dipana una vicenda stupenda, resa calda da due personaggi unici. Il Duca James, che si fa odiare per parte del libro ma che alla fine non si può che imparare ad amare con tutta l’anima, e Caroline, la regina indiscussa del romanzo. Una donna che sa amare oltre ogni limite, ricca di buone qualità, forte, indomita, con mille sfaccettature, tante fragilità e un cuore immenso.

Non lo consiglio, lo stra-consiglio!!!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA