Recensione di “Tra le braccia di Morfeo” di A.G.Howard

 

 

 

 

Alyssa Gardner è stata nella tana del coniglio e ha affrontato il Serpente.
Ha salvato la vita di Jeb, il ragazzo che ama, è sfuggita alle macchinazioni dell’inquietante e seducente Morpheus e alla vendicativa Regina Rossa. Ora tutto quello che deve fare è prendere il diploma per realizzare il suo sogno e frequentare una prestigiosa accademia d’arte a Londra. Sarebbe tutto più semplice se sua madre, appena uscita da una casa di cura, non si comportasse sempre in modo eccessivamente protettivo e sospettoso. E se il misterioso Morpheus evitasse di farsi vedere in giro per la scuola e non la tormentasse proponendole una pericolosa missione, un’altra sfida al Paese delle Meraviglie, a cui lei, almeno in parte, appartiene…

Inizio a scrivere questa recensione subito dopo aver terminato la lettura del libro, con il cuore ancora palpitante e l’adrenalina che mi scorre nelle vene.

‘Tra le braccia di Morfeo’ è, se possibile, ancora più avvincente ed emozionante del primo capitolo della saga.

In questo secondo volume si mescolano in maniera magistrale amore, avventura e suspense in un susseguirsi di avvenimenti rapidi e concatenati.

Il richiamo ad Alice nel Paese delle Meraviglie di Carroll è presente non solo nei personaggi e nelle ambientazioni, che però in questo sottomondo assumono un aspetto gotico e oscuro, ma anche nell’evoluzione della trama, fitta e complicata.

Quando pensi di aver compreso tutto, ecco che ogni cosa viene stravolta riportandoti al punto di partenza e rimescolando le carte in tavola.

Tra le pagine di questo capitolo i personaggi principali emergono facendoci conoscere sfumature del loro carattere fino che erano rimaste nascoste.

Morpheus, misteriosa e affascinante guida Netherling, e Jeb, protettivo e amorevole fidanzato umano, costringono costantemente Alyssa, moderna eroina, a fare i conti con se stessa e a prendere atto della sua doppia natura.

La protagonista dovrà a scegliere tra il suo lato magico e selvaggio e il suo lato umano e razionale.

Nuovi misteri si fanno strada tra le righe di questo romanzo in grado di trascinarti nel magico sottomondo del Paese delle Meraviglie obbligandoti a leggerlo tutto d’un fiato.

Non mi resta che apprestarmi ad iniziare il terzo capitolo per scoprire quali nuove sfide dovrà affrontare la nostra Alyssa e quali nuovi segreti nasconde il sottomondo.

 

Un consiglio? Beh, seguite il Bianconiglio.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE A CURA DI

EDITING A CURA DI

 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA