Recensione di “Resilienza” di Viola Raffei

 

 

 

 

Costa Smeralda, isola di Spargi. Thomas ha perso la fiducia nella vita e negli altri, così decide di vivere come eremita sull’isola facendo da custode in una villa nascosta dal resto del mondo. L’equilibrio che aveva ritrovato con tanta fatica viene però scosso dall’arrivo di Jenny, bellissima scrittrice di successo che cerca pace per lavorare al suo nuovo romanzo. Thomas sarà, che gli piaccia o no, costretto a imparare a conviverci. Il destino, si sa, ha meccanismi strani e si dice che tutto ciò che è destinato trovi il modo di raggiungerti, ma a volte sa essere davvero beffardo, sarà così anche per loro? Non vi resta che scoprirlo.

 

Ambientazione meravigliosa, nel silenzio e nella pace di un’isoletta poco trafficata della Sardegna, un angolo di paradiso per un uomo affascinante che ha deciso di estraniarsi dalla civiltà, vivendo quasi da eremita.

Una vita difficile, un precedente amore molto sofferto e finito male lo hanno segnato per sempre. Thomas non si sente degno di vivere, degno di essere nuovamente felice. E questo esilio autoimposto non è durato mesi, ma anni, undici lunghissimi anni di solitudine e sofferenza. Devo dire che nel romanzo vengono trattati argomenti molto forti di attualità e che purtroppo colpiscono ancora molte famiglie come la droga, un morbo che si insinua silenzioso nel corpo e nella mente e non ti lascia più. Ben sviluppato il lato psicologico del protagonista, divorato dai sensi di colpa e dall’insicurezza che crede di aver trovato un suo equilibrio scappando dal mondo e dai rapporti sociali.

La vita però è una continua sorpresa e nella sua vita arriva lei, la bellissima Jenny, così bella, così pura che non può non far breccia in un cuore fragile e bisognoso d’affetto. L’amore, la passione, la necessità di sperare ancora e di vivere faranno fare molti passi a Thomas, bisogna solo capire se questi saranno sufficienti.

La narrazione, fluida e veloce, forse in alcuni tratti anche troppo, si alterna fra il presente e il passato di Thomas che si mostra pian piano attraverso i drammi della sua vita, i problemi e anche gli errori compiuti ma che lo hanno reso l’uomo che è.

L’amore spesso compie miracoli negli animi degli uomini e, per scoprire se Jenny riuscirà a penetrare nella corazza dell’orso che si trova davanti riportandolo alla vita, non ci resta che leggere il nuovo romanzo di Viola. Tuttavia, quando tutto sembra compiuto, l’autrice tira fuori l’asso nella manica e un clamoroso colpo di scena cambia le carte in tavola dando vita ad un romanzo nel romanzo, ma ovviamente non posso svelare nulla, come pure non posso svelare il gran finale che mi ha letteralmente spiazzato.

 

Sensualità: 

 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA