Recensione di “Per una macchia di caffè” di Antonella Pellegrino

 

 

 

 

 

 

Danny è un sognatore romantico e non desidera altro che trovare il vero amore. Sfortunatamente, però, si ritrova sempre con il cuore spezzato.
Dopo l’ultima storia finita male, promette a se stesso di prendersi una pausa dalle relazioni serie. Almeno, fin quando alla Hills Company non arriva Ethan Coase, per il quale Danny si prende una cotta pazzesca.
Peccato che Ethan, il ragazzo più asociale che abbia mai conosciuto, sembri non voler avere niente a che fare con lui, né con nessun altro.
Ethan si ritiene un ragazzo spento, rotto. Dopo essere stato vittima di un’aggressione omofoba è totalmente cambiato: se prima era espansivo e allegro ora è timido, insicuro e introverso.
Quando inizia a lavorare alla Hills Company, Ethan conosce Danny, un ragazzo solare, simpatico e dal sorriso smagliante. Il trauma che si porta dietro da due anni, però, non gli dà il coraggio di farsi avanti o dirgli almeno “ciao”.
Fin quando i due si scontrano nel corridoio dell’azienda e il caffè di Ethan macchia la maglia di Danny.
Da quel giorno la vita di Ethan prende una svolta inaspettata e Danny non riesce a mantenere la sua promessa.

Danny (ma le ve lo ricordate Danny? L’abbiamo conosciuto in un precedente libro di questa autrice, “Per una scommessa”) vuole l’amore. Quello con la A maiuscola. Purtroppo le sue precedenti relazioni sono state un po’ un disastro fino a fargli prendere la decisione di una pausa dal cercare l’uomo della sua vita.

E se non fosse per Ethan, magari quella promessa la rispetterebbe pure. Però Ethan lo attrae incredibilmente anche se è convinto di non avere alcuna speranza con lui. Ethan è bellissimo e di una timidezza incredibile. Cammina a testa bassa, non parla con nessuno, ma quando sorride… Tutto il mondo di Danny si capovolge.

Ethan… cosa dirvi di Ethan se non che lo avrei voluto abbracciare stretto stretto per tutto il libro, o quasi? Ethan ha passato un’esperienza orribile che lo ha cambiato e segnato nel profondo. Ha perso la voglia di vivere, ha perso fiducia in se stesso e negli altri. Ethan è come una luce offuscata.

Solo Danny riesce a fargli provare qualcosa. Ma avvicinarlo è quasi impossibile per lui. Se Danny scoprisse, se vedesse cosa è diventato, cosa si porta dentro, Ethan è certo che scapperebbe a gambe levate.

Ma complice una macchia di caffè, la loro storia ha inizio. Non è facile, e ci vorrà grande coraggio e impegno da parte di entrambi per far sì che tra loro possa davvero funzionare.

Posso in tutta onestà dire che ho profondamente amato questo libro. Ho sperato, ho pianto, mi sono arrabbiata, mi sono sentita forte e fragile e sono arrivata alla fine con una grande emozione dentro. Un’introspezione impeccabile dei protagonisti, una narrazione che ti tiene incollata alle pagine e ti fa battere il cuore fino alla fine.

Danny e Ethan, ma non solo loro, sono personaggi che ti entrano nel cuore e penso che potrei tranquillamente rileggere tutto il libro da capo e mi farebbe ancora emozionare esattamente come la prima volta.

Consigliato? No, direi che è assolutamente da non perdere! Non leggerlo sarebbe davvero un peccato perché perdereste una storia bella, sofferta, intensa, passionale, tenera e di una sensibilità che arriva al cuore.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA